Sandro Abate, pazza idea: si pensa a candidare Cercola per le Final Eight

Sandro Abate, pazza idea: si pensa a candidare Cercola per le Final Eight

La società della famiglia Abate ci pensa: con la matematica certezza di essere dentro le Final Eight, la sandro Abate potrebbe candidare Cercola come sede per le Final Eight di Coppa

di Redazione Sport Avellino

Mentre Festa e Giacobbe continuano a dormire e mostrano forte disinteresse verso l’unica squadra sportiva della città che vince, convince e mostra forte solidità economica con le ultime operazioni di mercato, la Sandro Abate pensa di poter candidare la propria casa, e cioè Cercola, a base e sede per le prossime Final Eight di Coppa che si terranno a fine marzo. Sarà una questione di candidature che saranno sottoposte alla Divisione Calcio a 5, non appena la griglia sarà ultimata. Ognuna delle squadre partecipanti avrà la possibilità di presentare un progetto di accoglienza e di spettacoli e attività collaterali, per convincere la Divisione a scegliere la migliore.

E mentre il sindaco Festa continua a dormire e sognare la sua Avellino enjoy e l’assessore Giacobbe continua a mostrare forte interesse e tanto disinteresse per il circuito del calcio a 5 che, comunque, in Irpinia, è abbastanza vivo (ma il problema dell’ostracismo è politico? Sportivo? Economico?… ce lo dica il primo cittadino per una volta per sempre… ndr) Cercola e cioè la provincia di Napoli potrebbero vivere un evento senza precedenti con le 8 squadre migliori d’Italia ed un indotto economico di forte impatto.

La società biancoverde ha attivato sondaggi e mosso i propri uomini per cominciare a buttare giù idee e progetti. Cercola potrebbe candidarsi con la Sandro Abate ad ospitare le Final Eight di Coppa.

E mentre sindaco ed assessore preposti continuano a sonnecchiare dopo aver raggiunto l’obiettivo di aver salvato la Scandone ma con scarsi risultati e affondato il DelMauro con risultati evidenti (piove dal tetto e riscaldamenti ko), resta da chiedersi perchè il primo cittadino e il suo assessore continuano a snobbare un movimento in forte crescita per pochi euro di lavori da fare per adeguare il DelMauro alle normative nazionali che potrebbero permettere alla città di Avellino e alla provincia di poter vedere da vicino una squadra in forte crescita e con risultati eccellenti.

La Sandro Abate fa parlare tutta l’Italia ma non Avellino. Purtroppo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy