Serie D – Trastevere: Curiosità, è stata la prima società di un campione del Mondo 2006

Serie D – Trastevere: Curiosità, è stata la prima società di un campione del Mondo 2006

La curiosità della prossima gara per l’Avellino arriva da un tocco nostalgico. Il Trastevere è stata la prima società di un campione del Mondo. Non è difficile capire chi sia

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Mancano 3 giorni alla gara di cartello di domenica quando alle 14.30 al Partenio/Lombardi si affronteranno Avellino e Trastevere, due squadre che sono ai vertici della classifica del girone G di Serie D. Una gara molto attesa, che darà molte risposte ai lupi di Archimede Graziani, ma anche agli ospiti, sul loro effettivo valore.

Al Partenio arriva dunque il Trastevere. La società, come ha riportato il direttore generale dei capitolini in una recente trasmissione, ha una caratteristica, ovvero è composta soltanto da giocatori romani, questo per creare un’alchimia e maggiore passione della gente verso la squadra. Una sorta di tradizione che deriva dal passato, passato che ha visto passare, tra i tanti giocatori romani, uno in particolare.

Il Trastevere ha il vanto infatti di essere stata, tra l’altro, la prima società di un giovane che poi avrebbe scritto la leggenda del calcio romano e di quello italiano. Infatti, nel Trastevere, si affacciò nel 1985, un ragazzino, che da lì a poco sarebbe diventato un fuoriclasse assoluto. Romano, ovviamente, non difficile da intuirne il nome: stiamo parlando chiaramente di Francesco Totti.

Come riportato dalla sua foto del cartellino, scovata su internet, Francesco Totti nel 1985-86, era tesserato con il settore giovanile del Trastevere. Un orgoglio che certamente la società, prossima avversaria dell’Avellino, porterà per sempre con sè. Francesco Totti fu acquisito poi nel 1989 dalla Roma, dove giocò prima nella Primavera e dal 1992, fino al suo ritiro nel 2017, ha vestito la maglia del club giallorosso, vincendo uno Scudetto nel 2001, 2 Coppe Italia e 2 Supercoppe Italiane. Ovviamente dalla Roma alla Nazionale, con la quale Totti ha trionfato ai Mondiali 2006, in un ricordo che ancora conserviamo tutti con affetto.

Insomma, per il Trastevere un orgoglio fantastico aver avuto nelle giovanili, probabilmente il giocatore più forte mai avuto nella Capitale. Trastevere che nel 2017 aveva anche fatto una proposta al “Pupone” di tornare nel club dove tutto ebbe inizio, come una sorta di chiusura di un cerchio. Ma anche l’anno precedente, quando si parlava di un addio di Totti alla Roma e non ancora di ritiro, c’erano state delle proposte. Poi Totti decise di appendere le scarpette al chiodo e di diventare dirigente della Roma, ma da molte fonti trovate in rete, il suo affetto per la società del Trastevere è sempre grande.

Una curiosità, prima della sfida con l’Avellino, che era giusto venisse raccontata.

totti trastevere

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy