Federico Moretti

Avellino Calcio, Moretti: “Mi sentivo di tirare quel rigore, che rabbia per il pari”

Una delle scene da ricordare del pari tra Avellino e Cesena è la volontà di Matteo Ardemagni nel far tirare il calcio di rigore all’amico e compagno di squadra Federico Moretti. La trasformazione dell’ex Latina non è bastata a regalare i tre punti contro il Cesena che è apparso un calciatore nel pieno degli schemi rispetto a qualche settimana fa quando era stato messo ai margini degli allenamenti: “Il rigore mi sentivo di tirarlo: Matteo è un amico e sapeva che per me segnare sarebbe stato importante per tanti aspetti. Sul mio possibile addio, sono circolate tante notizie non vere. Conosco e stimo Novellino, sa come motivarmi e sono carico per questa seconda parte di stagione con l’Avellino: il mio ciclo qui non è chiuso. Da gennaio ho ripreso gli allenamenti con tutt’altro spirito.”

Fa male aver preso quel goal all’ultimo sospiro dalla bestia nera Daniele Cacia: “C’è tanta frustrazione per un risultato sfuggito negli ultimi secondi dove c’è stata una nostra netta superiorità.” Moretti è arrabbiato come il resto dei tifosi biancoverdi: “Abbiamo preso goal su una azione in cui ognuno stava sul suo uomo ma il problema è che ci sono anche gli avversari. Capisco la rabbia di tutti, fa male a noi e capiamo il dolore della gente. Bisogna prenderne atto.”

Leggi anche

Meta Formia – Scandone Avellino, la vigilia: tutto pronto per l’esordio di Trapani

Inizia il girone di ritorno del campionato di basket di Serie B, con la Scandone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.