Cucciniello-Moffa, esaltano il San Tommaso nonostante la sconfitta

Una sconfitta quasi indolore per il San Tommaso che contro la Nocerina ha esordito, dal punto di vista della prestazione e del carattere, nel migliore dei modi. Un ambiente caldissimo per un campionato di Eccellenza e tanti giovani in campo tra i biancoverdi che non hanno abbassato la testa davanti al blasone dei molossi, ma che hanno addirittura rischiato di portare via da Nocera un punto. Frutto dell’ottimo lavoro che mister Silvestro riesce a svolgere con i propri ragazzi già dallo scorso anno, in cui si è giunti alla finale playoff poi persa contro il Montesarchio. Uno dei “fedelissimi” è sicuramente il difensore Marco Moffa, soddisfatto della gara contro i rossoneri: “Giocare contro una squadra che fino a qualche anno fa militava in Serie B è un’emozione unica, credo indimenticabile per un ragazzo giovane come me. Inoltre, giocare in un campo gremito sugli spalti da quasi duemila persone fa un certo effetto. Regala una carica incredibile”. Prima del match Silvestro ha catechizzato i suoi come rivela Moffa: “Eravamo tutti concentrati per cercare di dare il massimo, soprattutto perché giocavamo la prima di campionato contro un’avversaria di grande blasone per la categoria. Il mister – spiega il difensore – ci ha detto di stare tranquilli e di giocare come sapevamo, specialmente i più giovani. Ciò che accadeva sugli spalti non doveva interessarci”. L’analisi sulla partita: “A mio avviso abbiamo retto bene senza soffrire molto nel primo tempo. Il gol dello svantaggio è arrivato in un momento per noi positivo e ci siamo sbilanciati subendo anche il raddoppio. Gli avversari avevano dalla loro parte la carica del pubblico, ma nonostante tutto abbiamo rischiato di pareggiarla dopo aver accorciato le distanze”. Pienamente concorde anche il vicepresidente Annino Cucciniello, figura importante per il San Tommaso che lo ha convinto a restare dopo il tentativo di dimissioni. Il numero due biancoverde ha commentato la sconfitta elogiando comunque la squadra, che ha disputato un ottimo match: “Giocare questo tipo di partite è un’emozione incredibile per una società come la nostra. Devo essere sincero – afferma – credevo che i ragazzi più giovani avrebbero pagato l’ambiente caldo, invece abbiamo disputato una partita eccellente sotto tutti i punti di vista. Peccato solo per essere tornati a casa a mani vuote”. Cucciniello prosegue: “Fisicamente i giocatori hanno risposto bene e anche a livello mentale, non era affatto facile giocare davanti a un pubblico del genere”. La gara: “Il primo tempo è stato favoloso, costringendo la Nocerina spesso nella propria metà campo e sfiorando il vantaggio in tre occasioni con Tucci, Tornatore e Tirri. Il primo gol degli avversari è arrivato secondo me in fuorigioco e poi sbilanciandoci è giunto anche il raddoppio. Sono contento della reazione del San Tommaso – dice il vicepresidente – perché oltre al gol del 2-1 abbiamo rischiato di pareggiare con Liguori al 92’. Questo è una squadra battagliera e venderemo cara la pelle contro ogni formazione”. Un commento su Giannattasio: “E’ un classe 1996 ma è già un leader. Viene da un lungo infortunio ed è tornato alla grande. Abbiamo bisogno di lui e lo aspettiamo al top”.

Check Also

kevin cusenza

Virtus Cassino con un Kevin Cusenza in più contro la Scandone Avellino

La BPC Virtus Cassino è lieta di comunicare l’acquisizione delle prestazioni sportive dell’atleta Kevin Cusenza, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.