Musa: “Parisi non lo vendiamo, siamo a lavoro per garantire un attaccante a Capuano”

Musa: “Parisi non lo vendiamo, siamo a lavoro per garantire un attaccante a Capuano”

Il Diesse dell’Avellino fa il punto della situazione tra mercato in entrata ed uscita

di Redazione Sport Avellino

Sono ore difficili in casa Avellino sotto il profilo societario con dichiarazioni da una parte e dell’altra che tengono alto la tensione. Nel mezzo c’è il calciomercato entrato nell’ultima settimana di trattative. A lavorarci è anche la squadra biancoverde col Direttore Sportivo Carlo Musa che stamani ha tenuto una conferenza stampa di presentazione: “Il mercato chiude venerdì alle 20.00. Stiamo lavorando molto, ci sono delle prerogative, seguiremo le direttive del mister, ogni scelta è condivisa, lavoriamo in tre per migliorare la squadra. L’aspetto societario non mi compete, sono un dipendente e faccio il mio, qualcuno sicuramente arriverà.”

Un nome che ha stuzzicato la piazza è quella di Felice Evacuo. Una trattativa che resta complessa: “E’ un calciatore del Trapani, un profilo importante, quello che ha fatto più gol in C. Lo abbiamo attenzionato. L’infortunio di Charpentier ci ha fatto perdere un giocatore importante, l’attaccante serve. Qualcuno prenderemo. Abbiamo sondato tantissimi profili, che però preferiscono andare in B. Stiamo trovando una soluzione idonea rispetto a quello che chiede il mister, aspettiamo risposte anche in giornata.”

La giornata di ieri  è stata contrassegnata dal botta e risposta tra l’Amministratore Unico Nicola Circelli e quelle del Direttore Generale Aniello Martone: “L’ho letto anche io ieri, ci ho parlato poco fa: è determinato a voler fare il bene di Avellino. Ha detto che ci abbiamo messo un mese e non abbiamo preso Non mi interessano le polemiche, vogliamo scegliere il profilo adatto come attaccante per il mister. Abbiamo avuto difficoltà anche a causa dello stop del mercato, perché alcuni giocatori non ci hanno aspettato e sono andati altrove.”

Musa fa chiarezza sul futuro di Fabiano Parisi finito nel mirino del Napoli: “Non mi risulta. E’ un tesserato dell’Avellino. Abbiamo ricevuto solo un’offerta da una squadra estera. A gennaio non vendiamo Parisi a meno che non succeda qualcosa, ma dubito.”

La trattativa per Tomas Federico ha generato dissapori all’interno dello staff dirigenziale: “Come è stato detto, è stata una scelta dell’amministratore Circelli, è nelle sue facoltà. Succede anche in Serie A che alcune operazioni vengono condotte dalla proprietà. Ha firmato per 1 anno e mezzo e, in caso di riscatto, c’è l’opzione per averlo altri tre anni.”

Sul possibile ritorno di Tribuzzi il diesse non smentisce l’interesse: “Ne stiamo parlando con l’agente e Frosinone. Non è facile, ma ci stiamo provando.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy