Paganese, Accardi: “In estate tanti nostri obiettivi di mercato sono andati ad Avellino”

Paganese, Accardi: “In estate tanti nostri obiettivi di mercato sono andati ad Avellino”

Il dirigente dei salernitani presenta la sfida di domenica pomeriggio contro i biancoverdi

di Redazione Sport Avellino

Lo scialbi pari ottenuto contro il Rende domenica pomeriggio va in archivio per l’Avellino che da quest’oggi dovrà concentrarsi verso la trasferta di domenica in casa della Paganese alle ore 17:30. I salernitani sono reduci dal pari casalingo contro la Reggina e l’appuntamento con gli irpini porta indietro alla memoria a qualche anno fa.  “E’ ingeneroso puntare il dito contro Ignoffo  perché dieci punti sono tanti e bisogna ricordare che non ha avuto la possibilità di allenarsi sin dall’inizio dell’estate.  I problemi dell’Avelino sono fuori dal campo e devono essere risolti in quella sede. Ignoffo non va condannato.” E’il pensiero di Guglielmo Accardi, responsabile dell’area tecnica della Paganese ospite della trasmissione Contatto Sport su Primativvù.

Il dirigente svela anche dei retroscena relativi all’ultima sessione di calciomercato: “Avellino è ben costruita e con giocatori temibili.  Sta facendo bene Di Paolantonio che l’avrei portato qui a Pagani ma ha preferito restare ad Avellino.  Abbiamo seguito anche De Marco, Celjak e Laezza che poi hanno scelto l’Irpinia.”

Accardi anticipa l’assenza di Stendardo nel prossimo match a causa di un infortunio rimediato ieri pomeriggio: “Non sarà  della partita. Siamo tranquilli da questo punto di vista con alternative altrettanto valide.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy