Scandone, il mercato non si sblocca: c’è il Bat di Leunen

Scandone, il mercato non si sblocca: c’è il Bat di Leunen

Il lodo presentato dall’ex capitano mette in stand-by le firme di Marchetti e Stanzani

di Redazione Sport Avellino

Nuova tegola in casa Scandone Avellino. Dopo aver provveduto a pagare i lodi nei confronti di Maffezzoli, Cavaliere, Filloy, Papa e dell’agente Fiba Stefano Meller, a bloccare nuovamente il mercato dei biancoverdi c’ha pensato

lodo presentato mesi fa dall’ex capitano Marteen Leunen e divenuto esecutivo con sentenza del Bat (Tribunale Internazionale che viene interpellato da giocatori extracomunitari nel momento in cui avanzano pagamenti nei confronti di un club). In questo caso l’importo da versare all’attuale giocatore della Fortitudo Bologna è pari a cinquantamila euro. Una situazione certificata dal mancato sblocco della casella di Fiponline (piattaforma web attraverso cui una società affiliata alla Federazione Italiana Pallacanestro può procedere al tesseramento di un giocatore).

Coach De Gennaro dovrà contare sugli uomini che sono scesi in campo nelle ultime tre gare di campionato mettendo così in stand-by i tesseramenti del regista Gianluca Marchetti, dell’ala – centro Silvio Stanzani che ieri avevano raggiunto l’Irpinia facendo conoscenza con lo staff tecnico e coi nuovi possibili compagni di squadra. Congelato per adesso anche l’accordo con Samuele Dilas col quale è stato raggiunto anche l’accordo con la Pallacanestro Forlì, società d’appartenenza dell’atleta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy