Scandone, Santoli precisa: “La Sidigas dovrà occuparsi degli ultimi lodi arrivati”

Scandone, Santoli precisa: “La Sidigas dovrà occuparsi degli ultimi lodi arrivati”

uesta mattina in Piazza Libertà la S.S. Felice Scandone ha partecipato all’inaugurazione del gazebo “Io non rischio” per la “Settimana Nazionale della Protezione Civile”

di Redazione Sport Avellino

Questa mattina in Piazza Libertà la S.S. Felice Scandone ha partecipato all’inaugurazione del gazebo “Io non rischio” per la “Settimana Nazionale della Protezione Civile”. Io non rischio” è una manifestazione annuale della Protezione Civile, durante la quale alcuni volontari illustrano ai cittadini le buone pratiche in caso di calamità naturali come terremoti, alluvioni o maremoti. L’evento darà il via alla “Settimana Nazionale della Protezione Civile”, istituita quest’anno con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri. Si tratta di una settimana di eventi, iniziative e manifestazioni su tutto il territorio nazionale, dalle grandi città ai comuni più piccoli.

A margine dell’evento ha fatto il punto della situazione l’Amministratore Unico del sodalizio biancoverde, Gerardo Santoli, in merito agli ultimi lodi che bloccano il mercato in entrata dei biancoverdi: “Noi cerchiamo di andare avanti senza pensare al passato. La questione lodi deve essere risolta dalla Sidigas che, come sapete, ha assunto un impegno preciso. Noi non possiamo fare altrimenti. Siamo stati bravi a chiudere la costruzione di un roster competitivo prima che la vicenda dei lodi si scatenasse in maniera definitiva.” Sull’obiettivo di far conoscere la squadra alla città e alla provincia  dice: “L’obiettivo principale è quello di portare la Scandone in piazza, ad Avellino così come in provincia. Lo sport è aggregazione, è contatto con i giovani, è condivisione di valori positivi. Quello di questa mattina è, certamente, un momento importante. Lunedì presenteremo lo sponsor tecnico e, se i tempi ce lo permetteranno, anche la campagna abbonamenti. A Givova si stanno aggiungendo altre forze imprenditoriali che, via via, saranno ufficializzate. In questo senso credo che sia arrivata una buona risposta da parte del mondo imprenditoriale. Ed anche dal pubblico.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy