NEWS

Sidigas Avellino sconfitta anche a Venezia. Si allontana il sogno Final Eight

Will Thomas
Will Thomas

Secondo stop consecutivo per la Sidigas Avellino che cade anche a Venezia battuta dall’Umana Reyer dell’ex Zare Markovsky col risultato finale di 84-69. Il trio Linhart – Smith – Vitali  regala ai veneti la quarta vittoria nelle ultime cinque partita. Per Vitucci e soci non bastano i ventitre punti di Will Thomas. Questo nuovo ko riduce ancor di più le chance di partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia.

Avvio bruciante dei padroni di casa. I sette punti di Andre Smith lanciano la sua squadra sul +8 dopo soli 5’ di gioco (11-3), obbligando Vitucci a chiamare timeout. A metà parziale Avellino continua a faticare in attacco con soli sei punti iscritti a referto in 6’. Dal canto suo Venezia non perdona con Taylor (14-4 al 7’) ed è vigile a rimbalzo d’attacco. L’Umana Reyer è in totale controllo della partita, ma la Sidigas non molla. Sfruttando il bonus dei falli raggiunto dagli orogranata prima, ed alcune rapidissime transizioni andate a buon fine poi, gli irpini cambiano l’inerzia della partita col break di 14-0 ispirato da Cavaliero e Dean che consente agli ospiti di chiudere la prima frazione.

Il buon momento dei biancoverdi si prolunga anche nella seconda frazione. Thomas ed Hayes costruiscono un altro mini parziale che consente ad Avellino di aumentare il divario (23-28 al 12’). Venezia reagisce con due pregevoli giocate di Linhart che riportano il risultato nuovamente in parità. Sono Peric e Smith a regalare un consistente vantaggio agli orogranata (33-28 al 15’), frutto del 10-0 di parziale che costringe Vitucci al nuovo timeout per arrestare l’emorragia di canestri degli orogranata. Le difficoltà della Sidigas non accennano a scomparire neanche dopo la sospensione. La Reyer, con Peric, allunga fino al +12 (40-28 al 16’). Thomas e Dean interrompono l’inerzia dei veneziani di 17-0.

Avellino si riavvicina nuovamente alla compagine di casa aggrappandosi nuovamente al duo Thomas-Dean: le due conclusione da tre punti degli statunitensi della Sidigas, dimezzano lo svantaggio a fine periodo. Dean e Cavaliero tengono in partita Avellino. Torna a segno Donnell Taylor e la Reyer  ringrazia col rinnovato  +4 (53-49 al 28’). Anche il sorprendente Linhart colpisce dall’arco. Gli risponde prontamente Lakovic ma è l’Umana a riuscire a chiudere in vantaggio anche la terza frazione di gioco.

L’ultima frazione si apre col tiro da tre punti di Luca Vitali  che vale il 61-56. Thomas si carica la squadra sulle spalle pungendo la retroguardia veneta in post basso. Andre Smith è incontenibile nella metà campo offensiva, infilando la tripla del +6 che fa esplodere il Taliercio: timeout Vitucci (64-58 al 32’).Salgono in cattedra Linhart e Taylor: Venezia allunga sul +10, Avellino sciupa un altro possesso con Hayes. Timeout chiamato da Vitucci, Reyer in totale controllo della partita (70-60 al 35’). Si esce dal minuto di sospensione e Linhart fa 2/2 da oltre l’arco. Venezia vola incredibilmente a +14 (76-62 al 37’). Avellino si scioglie come neve al sole, perdendo tantissimi palloni. I due punti di Vitali nati da suo rimbalzo offensivo consegnano la vittoria alla Reyer sul punteggio di 78-64 al 38’. Gli ultimi due minuti sono solo garbage time  per Venezia. Di frustrazione e delusione per la Sidigas Avellino.

Umana Reyer Venezia –  Sidigas Avellino 84-69 (16-20, 42-36, 58-56)

Umana Reyer Venezia: Peric 14, Zennaro, Linhart 20, Vitali 13, Taylor 12, Smith 19, Akele, Vildera ne, Magro 4, Easley 2. All.: Markovski

Sidigas Avellino: Thomas 23, Biligha ne, Lakovic 5, Richardson, Spinelli, Ivanov 2, Ianuale ne, Dragovic, Morgillo , Cavaliero 13, Hayes 13, Dean 13. All.: Vitucci

Arbitri: Filippini, Bartoli, Caiazza

Parziali: (16-20, 42-36, 58-56)

Note: 3451 spettatori

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button