Vitucci: «Orgoglio e nessun timore nell’affrontare Milano»

Frank Vitucci
Frank Vitucci

Penultimo appuntamento casalingo stagionale per la Sidigas Avellino che nel giorno dedicato alla festa dei lavoratori riceve la visita della capolista Emporio Armani Milano. Per la Scandone, distante sei punti dall’ottava piazza in classifica, la sfida contro le “scarpette rosse” dovrà essere interpretata nel segno di mostrare l’orgoglio in un match dal pronostico chiuso: «Presentando questa partita il nostro leit motiv dovrà essere di avere il gusto di affrontare  coloro che sono in questo sono i migliori della classe – dichiara coach Frank Vitucci nel presentare la partita contro la compagine allenata da Luca Banchi – L’Emporio ha cifre e statistiche che conoscete bene tutti, sono abbastanza rimarchevoli. Solo l’inizio di campionato è stato un adattamento nel riuscire ad esprimere un potenziale così come hanno dimostrato in Eurolega. Indubbiamente si tratta di una sfida difficile e complicata. Mi auguro in una spinta agonistica ed emotiva, mostrando l’orgoglio  nel scender in campo contro un avversario del genere. È un big match nonostante tutto, una gara di cartello».  Il tecnico dei biancoverdi mette in guardia i suoi ragazzi dal cinismo dei lombardi: «Ogni errore costa il doppio. È una squadra abituata ai ritmi d’Eurolega che sa bene quanto conta un minimo errore. Mentalmente  dovremmo essere molto attenti sia dal punto di vista fisico e atletico. Vogliamo regalare una soddisfazione al pubblico che quest’anno ne ha avute poche». Trovare un punto debole  nel roster di patron Armani è un vero punto di domanda anche per lo stesso Vitucci: «Difficile individuarne. Ha risorse tali per limitare qualche suo difetto. Cercheremo di fare la partita senza timori reverenziali, sapendo di avere di fronte una formazione dal grande blasone». Tre gare restanti al termine della stagione ma, a detta dell’ex allenatore di Varese, è prematuro parlare di conferme e partenze: «Si deve avere coscienza di aver fatto al massimo delle proprie possibilità. Dal punto di vista della coscienza mi sento di aver dato il massimo. Questo, tuttavia, non lo reputo ancora il momento di fare le giuste riflessioni». Buone notizie arrivano dall’infermeria coi recuperi di Dragovic dall’infortunio alla caviglia e Spinelli dai fastidi ai tendini.  (Davide Baselice)

 

Leggi anche

Scandone, 8° giornata: lupi ultimi in classifica, fallito l’aggancio a Pozzuoli e Sant’Antimo

LE GARE DELLA OTTAVA GIORNATA: Bcp Virtus Cassino – Geko Psa Sant’Antimo 78-61; Luiss Roma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.