Andrea De Vito: “Avellino squadra temibile, ma noi ce la giochiamo”

La sua avventura ad Avellino non è stata esaltante. Andrea de Vito con la casacca biancoverde ha accumulato uno score di 385′ minuti giocati in dieci gare. Proprio l’ex Primavera Milan nel prossimo turno affronterà l’Avellino con la sua attuale squadra, il Varese di Bettinelli. In estate ha siglato un contratto biennale con il sodalizio di Patron Laurenza. Proprio con i biancorossi, De Vito, sta ritrovando la sua identità, infatti è uno dei protagonisti. “Sabato ci aspetta una gara durissima. Affronteremo una squadra adirata dopo la sconfitta immeritata contro il Vicenza. Ma noi daremo il massimo come stiamo facendo fin qui”. Esordisce così ai nostri microfoni “Il Partenio-Lombardi è un fortino e fare risultato è difficile, visto che i tifosi come sempre saranno ineguagliabili e supporteranno la squadra fino al novantesimo”. Il Varese come arriva alla sfida contro i lupi? “Arriveremo con la voglia di fare bene di dare continuità ai risultati positivi che stanno maturando in questo campionato, abbiamo battuto il Trapani, il Bari quest’ultimo è una corazzata per la Serie A. Noi ce la giochiamo contro tutti”. Cosa teme il Varese dell’Avellino di Massimo Rastelli? “Apparentemente nulla. ma bisogna da a Cesare quel che di Cesare. Gigi Castaldo è l’uomo in più, ne sono la prova i gol messi a segno fin qui. La sua scelta di restare aggrappato al suo paese di origini lo sta premiando. E’ un giocatore di categoria superiore. A lui si vanno ad aggiungere giocatori di spessore come Schiavon, anche se attualmente è infortunato, Arini può essere una spina nel fianco. A loro si vanno ad aggiungere i nuovi che si stanno amalgamando alla perfezione”. E sui due tecnici Rastelli e Bettinelli cosa c’è in comune? “Entrambi sono tecnici che vogliono il massimo. Rastelli è un tecnico giovane ma soprattutto preparato. Lo scorso anno ho giocato poco, ma lui ci ha sempre confortato dandoci la carica giusta”. Obiettivo stagionale del Varese? “Beh, è scontato. Puntiamo ad una salvezza tranquilla, poi se dovesse arrivare altro ben venga, ma prima puntiamo a salvarci”.

Leggi anche

Salerno – Avellino, le pagelle: one man show di Riccio

Le pagelle della cocente sconfitta avellinese sul campo di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.