Il Tombolato non è un fortino inespugnabile

Martedi alle 20:30 andrà di scena in quel di Padova la sfida tra Cittadella e Avellino. I granata fin qui hanno conquistato 13 punti di cui 8 in classifica avendo una media di un 1.6 punto a partita. Il Tombolato però non è un fortino inespugnabile, non paragonabile al Partenio. Di certo la stagione degli uomini di Foscarini non è stata esaltante, ma ora sembra che i granata si siano rimboccati le maniche. La prima vittoria casalinga è arriva il 28 settembre ai danni del Crotone, grazie ad un gol di Alfredo Donnarumma, che ha dato slancio per la partita successiva vinta  dai granata contro il Carpi, questa volta a salire in cattedra è il talento preso dall’Inter Rodrigo Alborno. Ma il successo più importante dal punto di vista calcistico che territoriale è arrivato nel derby contro i cugini del Padova, vittoria ottenuta grazie ad un calcio di rigore realizzato da Claudio Coralli. Una sfida quella del Tombolato di martedi da non prendere sottogamba, visto che il Cittadella vuole rifarsi dopo la sconfitta ottenuta contro il Brescia, d’altro canto i biancoverdi voglio la prima vittoria fuori dalle mure amiche del Partenio come ha sottolineato in settimana il difensore Peccarisi: “ Quando giochiamo in casa possiamo contare sulla spinta del pubblico, mentre fuori casa affrontiamo un realtà diversa, dobbiamo essere più cinici e confermarci anche in trasferta”. Match che statisticamente vede favoriti statisticamente visto che i biancoverdi hanno una percentuale del 44.5 di pericolosità, mentre i grananta solo il 38,9%.

 

Fonte: Corriere dell’Irpinia di Gianni Festa

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.