Lupi a testa bassa, criticare? Serve a poco. Cornacchie state a casa

Ci risiamo? Ebbene sì. La premiata ditta Manganiello da Pinerolo e Santuari da Trento, ha di nuovo penalizzato i lupi. Dopo gli orrori di Varese, dello scorso anno, la storia si ripete. I biancoverdi hanno tanto da recriminare. Tra i tanti Gianmario Comi, che si è visto annullare un gol regolare, di 50 cm. E’ solo uno dei tanti errori, che si sono affossati nell’acquitrino del “Partenio-Lombardi”. Una designazione che già aveva fatto storcere il muso a tanti tifosi, che si sono affidati alla scaramanzia. Nemmeno quello è servita. I lupi, tornano a casa con un pugno di mosche. Ma nulla è perduto. Nel prossimo turno l’Avellino affronterà tra le mura amiche il Varese, obiettivo? Cancellare la debacle contro il Vicenza. Sarà una sfida importante per i lupi che vorranno di certo rilanciarsi di nuovo in alto. Ritornando alla gara contro il Vicenza, ci sono alcuni punti da chiarire. E’ bello criticare un giocatore che lotta, suda e cerca di fare del suo meglio? No. Allora in coro chiediamo scusa a Luca Bittante. Non è possibile assistere a le scene viste ieri. Fischiare un giocatore dell’Avellino? Siamo davvero impazziti? E’ vero può sbagliare, ma se lui è arrivato lì in Serie B, da ricordare è un classe ’93 (che gioca assiduamente in Nazionale). Un motivo ci sarà. Archiviamo critiche, battutine e tanto altro e supportiamo questi ragazzi e questo staff, che con il passare delle partite stanno facendo sognare un’intera provincia. Ultimo punto. Nonostante la sconfitta, nel diluvio del “Partenio-Lombardi” ancora una volta la Curva Sud ha colorato, spinto e gridato per dare la carica. Perché loro ci saranno, sempre, sempre ed ancora sempre. Loro che alla fine della gara hanno applaudito i ragazzi, è vero non si è vinto, ma la gioia più bella è stata di abbracciare come sempre una squadra giù di morale. E per questo ora archiviamo questa sconfitta, sabato arriva al “Partenio-Lombardi” il Varese. Alle tante persone che hanno criticato Rastelli, che hanno criticato Bittante o Zito, state a casa. Perchè l’Avellino non ha bisogno di voi. I lupi non hanno bisogno di cornacchie o di persone che salgono sul carro dei vincitori, solo quando arriva un successo importante. L’Avellino ha bisogno di gente che da il cuore. SUPPORTIAMO QUESTI COLORI!

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.