Taccone:”Serve armonia e tranquillità, i ragazzi non sono sereni”

Girone di ritorno che si è presentato durissimo per l’Avellino che fatica a trovare la vittoria. Un momento no per i lupi, ne è consapevole anche il Patron Walter Taccone, che stamane si è presentato in conferenza stampa. Il numero uno del sodalizio di Piazza Libertà ha dichiarato:”Quello di stamattina è uno scenario atipico sia per me che per Rastelli, è la prima volta che interveniamo in conferenza insieme”. Aspetto cardine della conferenza è stato il calo fisico e la scarsità di risultati che stanno arrivando in questo girone di ritorno il Presidente ha spiegato:”I ragazzi non parlano perchè stanno subendo un leggero contraccolpo. Io non mi rimangio le parole dette in precedenza. Lo so che i tifosi si aspettando tanto, ma una cosa è sognare in grande e un conto è guarda la realtà cosi come si presenta. Dobbiamo restare con i piedi per terra e non chiedere sforzi immani a questi ragazzi che fin qua hanno dato tanto”. Una piazza che ormai si è prefissata un solo sogno la Serie A, Taccone infatti spiega:”Oramai ad Avellino si parla solo e soltanto di Serie A. E’ una pressione pesante che pesa sulle teste dei calciatori. I ragazzi vanno lasciati tranquilli, senza mettergli troppa pressione”. Ora come ora bisogna raggiungere l’obiettivo prefissatosi da tutta la squadra, la salvezza, dopo aver centrato quest’obiettivo si vedrà. Il Patron vuole mandare un chiaro messaggio anche al dodicesimo uomo, i tifosi:“Noi siamo presente e siamo con voi”. Ultimo aspetto preso in considerazione è il calciomercato di gennaio, che tanto sta facendo sborbottare alcuni “tifosi”, il Presidente spiega:”Abbiamo preso giocatori funzionali al progetto. A gennaio volevamo prendere Zito, ma la Ternana ci ha impedito di prelevarlo. A gennaio ci avevano proposto un grande attaccante ma io ho rifiutato perchè non volevo guastare l’armonia dello spogliatoio. Da tifoso sogno anche io ma da Patron di questa squadra dico che dobbiamo restare con i piedi ben saldi a terra”.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.