Udienza bis Money Gate: tutto rinviato all’11 aprile

Nulla di fatto a Roma, nell’udienza d’appello della corte federale in merito al processo di Money Gate che vede coinvolte l’Avellino e il Catanzaro, per presunta combine della gara. Tutto rinviato all’11 aprile, quando dovrebbe esserci la sentenza. Una sentenza che precedentemente era stata piazzata il 18 aprile ma poi anticipata per non porla troppo vicina alla fine dei campionati.

La Procura Federale insiste sulla presenza degli atti notificati a conclusione dell’inchiesta della magistratura ordinaria già in primo grado. Uno degli avvocati del Catanzaro, Domenico Infantino sostiene che la questione va chiarita prima di entrare nel merito. Il rinvio è stato disposto per consentire di depositare presso la Corte Federale d’Appello l’esito del procedimento che ha visto Francesco Cozza condannato a nove mesi di squalifica dalla Commissione Disciplinare del Settore Tecnico lo scorso 31 gennaio per aver percepito in nero la buonuscita della rescissione consensuale con il Catanzaro.

Il presidente dell’Avellino, Walter Taccone, non era nemmeno presente a Roma in aula, ma era rimasto ad Avellino. Appuntiamenti quindi all’11 aprile per capire come terminerà questa vicenda spinosa.

Leggi anche

Mercato, Monopoli ecco Isacco. Il Teramo lavora a uno scambio

La S.S. Monopoli 1966 comunica di aver raggiunto un accordo con la Fermana F.C., per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.