US AVELLINO

3 domande a… Cicchetti: “Braglia un valore aggiunto. Playoff? Occhio alle outsider”

La nostra intervista al procuratore

Per la rubrica Tre domande a… di SportAvellino abbiamo sentito l’agente Gianfranco Cicchetti. In particolare il noto procuratore ci ha detto la sua sulle ambizioni playoff dei lupi, sui punti di forza della squadra di Braglia e sulle favorite alla promozione in Serie B.

Dopo la pausa forzata, domani riprenderanno finalmente i playoff. Ai nastri di partenza l’Avellino si presenta come una delle squadre meglio attrezzate: cosa pensa della formazione biancoverde? Può davvero centrare il salto in B?
L’Avellino è una delle squadre più forti e complete del lotto. Gli irpini non sono tra i favoriti assoluti, perchè ritengo che ci siano compagini sulla carta più competitive, ma possono arrivare fino in fondo e giocarsi la cadetteria. Soprattutto in avanti la squadra di Braglia ha un reparto importante in grado di risolvere partite bloccate ed equilibrate come quelle dei playoff. 
A proposito delle ambizioni dei lupi, è naturale farle un’altra domanda. Chi o cosa può essere il segreto dei biancoverdi? L’esperienza di Braglia, lo spirito di gruppo o la qualità di un singolo?
Braglia è un vero esperto in promozioni ed è in questo momento un valore aggiunto. Le qualità dei singoli ci sono, l’esperienza dei senatori anche, conteranno tanto la condizione fisica ed una buona dose di fortuna, che negli spareggi sono ingredienti decisivi e fondamentali. 
Oltre all’Avellino, ci saranno tante altre formazioni interessanti ai playoff. Quali di queste sono le principali antagoniste degli irpini nella caccia alla B?
Padova e Alessandria sono le mie personalissime favorite. Come sempre, però, in un playoff può sbucare l’outsider. Attenzione a Catanzaro e Juventus U23, mentre mai dare per morta una squadra come il Bari, che ha comunque un organico di notevole importanza per la categoria. 

Articoli correlati

Back to top button