Avellino – Micovschi suona la carica: “Continuiamo così. Fui vicino già un anno fa”

Avellino – Micovschi suona la carica: “Continuiamo così. Fui vicino già un anno fa”

L’esterno rumeno ha parlato oggi in conferenza stampa

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Sul campo si è fatto notare come uno dei più vivaci dell’intero organico biancoverde, oggi si è dimostrato leader anche davanti ai microfoni. L’esterno offensivo Claudiu Micovschi è stato oggi il protagonista della consueta conferenza stampa infrasettimanale, suonando la carica in vista dei prossimi impegni e raccontando qualche aneddoto legato al suo passato e alle sue prime settimane in biancoverde.

Sui prossimi impegni – “Ci aspettano due gare importantissime, ci prepareremo bene in questa settimana. Vogliamo vincerle entrambe per non spegnere l’entusiasmo che si è creato. Contro il Picerno avremmo potuto chiuderla già nel primo tempo, ma quando siamo rientrati abbiamo subito trovato il terzo gol. Abbiamo conquistato tre punti importanti. Dobbiamo continuare su questa strada e farci trovare pronti“.

Sul ruolo e sull’adattamento in biancoverde – “Non è importante dove gioco, posso farlo sia a destra che a sinistra. Per me è la prima volta tra i professionisti: bisogna correre e lottare. Morero mi ha aiutato molto ad inserirmi, ma non è stato l’unico. Celjak è stato il primo compagno con cui ho parlato. Karic? Lo conosco da quattro anni, ci darà una grandissima mano in questa stagione“.

L’aneddoto sul passato – “L’estate scorsa ho ricevuto una proposta dall’Avellino, ma non si è conclusa (complice la mancata iscrizione dei lupi in B, ndr). Sono rimasto al Genoa come fuoriquota, ora sono contento di essere qui. Il Genoa mi ha insegnato tutto e fatto diventare uomo. L’U21 della Romania? Ho ricevuto a marzo l’ultima convocazione, ora sono in attesa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy