US AVELLINO

Avellino, Rastelli: “Mi aspetto sempre un miglioramento, dobbiamo fare blocco unico. Pane? Domani gioca lui”

Le parole in conferenza stampa dell'allenatore biancoverde

Siamo alla vigilia del big match di giornata tra Avellino e Catanzaro. Il neo tecnico degli irpini Massimo Rastelli si è soffermato nella consueta conferenza stampa pre-gara per introdurre la sfida contro la capolista del girone c.

Domani gara contro una grande squadra costruita per vincere, conosciamo il suo percorso e i suoi numeri. Per noi sarà stimolante. Mi aspetto sempre un miglioramento e una crescita, partire dalla gara di sabato cercando di migliorare le cose che abbiamo fatto meno bene. I margini di errore domani saranno minimi. Preferisco giocare gare del genere dopo una vittoria, sono partite che si preparano da sole. Abbiamo avuto una settimana di tempo per curare tutti gli aspetti nei minimi dettagli. I ragazzi sono stati concentrati e lo saranno anche nella rifinitura. Sarà fondamentale la testa e l’approccio, dobbiamo limitare i loro punti di forza e dobbiamo pizzicare i loro punti deboli. È normale che studiamo l’avversario, loro hanno questa capacità di passare dal 3-4-3 al 3-4-1-2. Sarà fondamentale la velocità di transizione”. 

Sull’impostazione della gara: “Abbiamo iniziato un nuovo percorso dove sto cercando di dare alla squadra un certo tipo di mentalità sapendo che noi in 95 minuti dobbiamo essere in grado di fare tutto. La squadra deve essere in grado di leggere la partita. A me piace una squadra propositiva e che attacca con convinzione. Tutti dobbiamo fare blocco unico per essere compatti e per lasciare meno spazio possibile. La compattezza deve essere il punto che ci permette di portare a casa un risultato positivo”.

Su Pane: “Domani gioca lui, credo sia giusto. È un grande professionista, ha carisma e personalità”.

Su Forte: “Già settimana scorsa era stato reintegrato nel senso che pensavo di ributtarlo pian piano nella mischia. È capitato l’infortunio di Marcone che permetterà a Francesco di venire in panchina. Poi vediamo in Coppa Italia di ributtarlo dentro“.

Su Di Gaudio: “Sta migliorando giorno dopo giorno. Lo reputo come una giocatore che in questo momento nell’ultima mezz’ora può essere determinante. In Coppa Itali può fare minutaggio. Ha le sue fragilità e non lo voglio perdere per strada. È un giocatore straordinario, uno dei pochi che riesce a creare superiorità. Ho visto grande entusiasmo. È una risorsa importante”.

Su Murano: “Sta bene. È un ragazzo da proteggere, si allena sempre al massimo. È andato in difficoltà perché spesso non è stato utilizzato nel suo ruolo. Il suo acquisto roboante ha pesato sul suo carattere un po’ fragile. Io gli ho chiesto 2/3 cose e sabato le ha fatte. Il gol arriverà quando meno se lo aspetterà.

Su Aya: “Si è allenato regolarmente con gruppo, è a disposizione“.

Su Casarini: “Ha scaricato per due giorni un affaticamento che aveva. Da mercoledì è rientrato in gruppo, è a disposizione“.

Su Trotta: “Conosco Marcello, so cosa mi può dare. Da sotto punta, lui può dare il meglio di se stesso. In questo sistema è l’altro ruolo naturale di Trotta. Lo spazio lo sa trovare“.

Sul pubblico avellinese: “Siamo contenti che la gente ha capito che ci deve stare vicino. Io so quanto sia importante il pubblico, so che patrimonio abbiamo. Non lo dobbiamo disperdere. Tocca a noi riportare entusiasmo e ricreare quel senso di appartenenza da parte di tutti. Già il fatto che lo stadio domani sia pieno è un ulteriore prova del senso di responsabilità che dobbiamo avere nei confronti dei nostri tifosi“.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio