Processo Avellino calcio: ecco tutte le richieste di condanna

Processo Avellino calcio: ecco tutte le richieste di condanna

Richieste di squalifica pesanti per Izzo e Millesi ritenuti l’anello di congiunzione tra chi voleva truccare i match e chi doveva mettere in atto le combine

Maggio 2016, accuse pesanti da parte di esponenti della malavita, e partite di calcio influenzate e truccate. Questo il passato piovuto sull’Avellino e sul suo futuro, oggi la prima udienza Tribunale Federale Nazionale di Roma per il processo sportivo di primo grado sui presunti illeciti sportivi. il Collegio del Tribunale Federale Nazionale che discuterà del caso Avellino sarà composto dal Presidente Cesare Mastrocola e dai quattro componenti Paolo Clarizia, Pierpaolo Grasso, Valentina Ramella, Marco Santaroni.

Queste le prime richieste da parte dell’accusa. Il verdetto di primo grado è atteso tra martedì e mercoledì della prossima settimana.

US AVELLINO: 7 punti di penalizzazione da scontare in questo campionato e 140 mila euro di multa

WALTER TACCONE (AMMINISTRATORE US AVELLINO): 9 mesi e 45mila euro di multa

FABIO PISACANE (CAGLIARI)6 mesi e 30mila euro chiesti dalla Procura Federale.

LUCA PINI (INATTIVO)  : Chiesti 6 anni e 20mila euro di ammenda.

MAURIZIO PECCARISI (INATTIVO)  – Chiesti  3 anni di squalifica e 50mila euro di ammenda per Maurizio Peccarisi

FRANCESCO MILLESI (INATTIVO) – Richiesti 6 anni di squalifica e 20mila euro di ammenda anche per Francesco Millesi.

ARMANDO IZZO (GENOA) – Richiesta di sei anni di squalifica per Armando Izzo che secondo l’accusa è l’anello di congiunzione tra chi voleva truccare e chi doveva mettere in atto le combine. Richiesti anche 20mila euro di ammenda.

LUIGI CASTALDO (AVELLINO) – Sei mesi di squalifica e trentamila euro di ammenda è la richeista della richiesta della Procura Federale anche per Luigi Castaldo, accusato dell’omessa denunica della presunta combine tra Modena e Avellino

RAFFAELE BIANCOLINO (INATTIVO) – Sei mesi di squalifica e trentamila euro di ammenda la richiesta della Procura nei confronti di Raffaele Biancolino, accusato dell’omessa denunica della presunta combine tra Modena e Avellino. La difesa chiede il proscioglimento.

MARIANO ARINI (SPAL) – Sei mesi di squalifica e trentamila euro di ammenda la richiesta della Procura nei confronti di Mariano Arini, accusato dell’omessa denunica della presunta combine tra Modena e Avellino.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy