ALTRI SPORT

La serie C, osserva un turno di riposo, l’Under 16 sabato a Pomigliano

L’Avellino Rugby, così come tutte le società di serie C – fatta eccezione per Rugby Rende e Clan Catanzaro, il quale recuperano la partita non disputata lo scorso 13 ottobre – godrà di un turno di riposo. Dopo quattro giornate, dove la società del Presidente Roca non ha avuto un avvio per così dire entusiasmante, questa sosta capita a fagiolo, sarà l’occasione per recuperare le energie fisiche e mentali, oltre che a reintegrare qualche elemento infortunato o indisponibile per impegni extra sportivi. Quella di domenica sarà la prima delle tre soste, che il XV irpino osserverà nel mese di novembre, in pratica giocheranno solo domenica 10, turno casalingo contro l’altra capolista Arechi Rugby, poi il 17 nuovo stop, per la giornata di riposo che prevedeva il calendario, visto che quest’anno il girone è composto da nove squadre, una giocoforza ogni domenica è costretta a fermarsi, ed infine l’ultima del 24, questa dovuta all’impegno dell’Italrugby, sabato 23 nel test match contro i pumas argentini, all’Olimpico di Roma.  I lupi ripartiranno il 1 dicembre, quando ospiteranno il Clan Catanzaro. La preparazione, come di consueto, è ripresa martedì pomeriggio ed è poi continuata ieri, sempre in pomeridiana a parcoManganelli, proseguirà domani ancora alle ore 15:00 sempre nella struttura di Largo Santo Spirito, mister Caliano ed il direttore tecnico Bianco, valuteranno se far effettuare anche una nuova seduta domenica in tarda mattinata, o rimandare il tutto alla prossima settimana per prepararsi alla gara contro i salernitani dell’Arechi Rugby. Il bollettino medico, aggiunge alla lista anche Alex l’ariete Montefusco, uscito per la botta rimediata al ginocchio sabato sera a Torre del Greco, per lui una forte distorsione al ginocchio che lo costringerà sicuramente a saltare l’impegno del 10 novembre, anche Console uscito per il riacutizzarsi dell’infortunio alla caviglia, ha saltato entrambi gli allenamenti, così come Ruggiero, che lamenta ancora dolori, sempre alla caviglia. Quest’oggi invece De Girolamo, effettuerà l’ultima delle dieci sedute, di magnetoterapia ad entrambe le spalle, molto probabilmente, visto che gli acciacchi sono in via di sparizione, già domani potrebbe tornare ad allenarsi con il gruppo. Ancora indisponibili, per gli impegni lavorativi stagionali, i vari Iannaccone, G. Lombardi, Simeone, Spiniello e Roberto, oltre al solito Iandolo. Intanto il club irpino ha effettuato un nuovo tesseramento, altro elemento della pattuglia manocalzatese, il quinto per la precisione – il sempreverde Mernone, il Kun Petruzziello, il panda Vg. Gaita e il malamente Alessio Raosa – il quale andrà a rinforzare l’organico, parliamo diAndrea Imparato, classe 94, laureando in giurisprudenza, da due settimane si sta regolamente allenando con impegno ed abnegazione, tant’è vero che ha convinto la società irpina a provvedere al tesseramento. Da martedì, invece, una vecchia conoscenza dei lupi, si è aggregato alla comitiva, trattasi di Giuseppe Calì, qualche apparizione nel torneo 2009/10 quando alla guida dei ragazzi della palla ovale avellinese, c’era l’indimenticato Luigi Rea, Calì che vanta una discreta esperienza nell’allora Partenope Napoli, sembra intenzionato a ributtarsi nella mischia, napoletano classe 81, potrebbe andare a rinfoltire i ranghi, in verità abbastanza ridotti delle file biancoverdi. Intanto, l’Avellino Rugby, così come tante società rugbistiche internazionali  hanno aderito a “Movember ” movimento nato in Australia nel 1999. Si tratta di un progetto celebrato ogni anno per tutto il mese di novembre: dove gli uomini si fanno crescere i baffi (in inglese moustache), per richiamare l’attenzione sui mali più trascurati della salute maschile. La campagna che unisce appunto il nomeMoustache e November mira ad aumentare la conoscenza e i fondi per la lotta contro il tumore alla prostata e sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia. Durante questi trenta giorni, così come tanti altri rugbisti a tutte le latitudini, i lupi verdi dell’ Irpinia andranno in giro con simpatici baffoni che sicuramente non passeranno inosservati.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button