Taekwondo: D’Alessandro promosso al V Dan

Ancora un grande risultato per il Maestro e Campione Irpino Gianluca D’Alessandro.
Poco più di 10 giorni fa presso il centro di preparazione Olimpica di Formia Bruno Zauli, si sono tenuti i corsi di aggiornamento per Maestri in concomitanza con gli esami per il passaggio di cintura nera. Il M° D’Alessandro a fine corso di aggiornamento ha sostenuto l’esame per la cintura nera V° Dan, esibendosi davanti alla commissione presieduta dal M° Park Youngh Ghill cintura nera IX° Dan, direttore sportivo nazionale Italiana nonchè fondatore del Taekwondo Italiano.
Le prove che ha dovuto superare erano tutte di alto livello tecnico, a partire dai Poomse, Taebek, Pyongwon e Sipjin, per poi passare ad una tesina scritta che spiegava le diverse soluzioni adottate a degli schemi prestabili che erano inseriti nel programma d’esame Federale e per finire tre tecniche di rottura.
Tanti i Maestri giunti da tutta la penisola per gli esami di cintura e prendere parte ai consueti corsi di aggiornamento indetti dalla Federazione Italiana Taekwondo (FITA).
Nella provincia di Avellino il M° Gianluca D’Alessandro è l’esponente FITA con il grado di cintura nera più alto. Un motivo d’orgoglio dunque sia per il M° D’Alessandro che per la sua società sportiva e per tutto il movimento sportivo Irpino. A lui vanno gli auguri da parte di tutti i ragazzi dell prestigiosa scuola Irpina di Taekwondo by Team D’Alessandro.
“Non posso che essere soddisfatto di questo ulteriore risultato – ha confermato il Maestro D’Alessandro – ancor di più essere uno dei punti di riferimento per quanto riguarda il taekwondo più importanti nella nostra provincia. Il grado di cintura nera V° Dan simboleggia circa 25 anni di attività sportiva. Tanti sacrifici in questi anni ma soprattutto tantissime soddisfazioni personali e professionali. Attualmente in Irpinia sono la cintura nera con il Dan più alto (V° Dan) , l’atleta più titolato e l’unico ad aver indossato la maglia della nazionale Italiana di Taekwondo”.
“Sono profondamente contento – conclude D’Alessandro – per i risultati che sta raggiungendo tutto il movimento provincia, regionale e nazionale. Dobbiamo cominciare a far crescere i nostri giovani con coraggio e grande spirito di sacrificio. Ed ecco che questo mio risultato deve essere da volano per tutti quei bambini o ragazzi che si avvicinano a questo grande sport educativo”. “Dobbiamo avvicinare quanti più bambini possibili, entrare nelle scuole, avvicinarli alle palestre. Lo sport è passione, educa. E noi intendiamo far passare questo messaggio”.

Leggi anche

L’allarme di 245 club: “Sarà il Natale più buio della storia, il Governo ci dia una mano”

L'appello arriva il Comitato Salviamo lo sport: "Nella stagione sportiva 2020/2021 i ricavi da sponsorizzazione si sono ridotti di almeno un terzo rispetto alla precedente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.