BASKET

Cab Solofra, coach Formato è il coordinatore tecnico del vivaio gialloblù: “Lavoro duro e voglia di vincere le priorità”

Il Cab Solofra progetta la nuova stagione e lo fa con un occhio di riguardo per il settore giovanile, fiore all’occhiello della società gialloblu. Dopo il ritorno di Gianfranco Tozza in qualità di consulente e supervisore del settore minibasket, la dirigenza di via Caprai ha perciò deciso di rinforzare il settore tecnico, affidando il ruolo di coordinatore delle squadre under 13, under 15 e under 17 a coach Salvatore Formato:
“Erano anni che io e il presidente Pisano ci eravamo ripromessi di iniziare questo tipo di collaborazione e finalmente quest’anno ci sono state le premesse giuste per farlo. – dichiara -Vedo grosse potenzialità nel movimento cestistico solofrano, alcune delle quali ancora inespresse sia per discontinuità (si è cambiato spesso allenatori) sia per mancanza di organizzazione. Non c’è mai stato un progetto tecnico unico di crescita per i ragazzi. Sono felice che quest’anno ci sia questa possibilità di “cimentarmi” nel ruolo di responsabile e al contempo di prendermi cura del gruppo più giovane del settore giovanile che affronterà il suo prima campionato under”.
Quali sono queste potenzialità inespresse? “Tanti giovani di stazza e taglia fisica interessante che potrebbero diventare utili in ottica prima squadra. Purtroppo molti degli under che hanno disputato il campionato under 19, nelle ultime stagioni non hanno avuto modo di seguire un percorso formativo unico e di crescere nel modo adeguato per poter essere pronti a giocare in prima squadra e non accumulare solo presenze o ruoli di secondo piano. Il mio auspicio è di avere un CAB con tanti o quasi tutti under e due tre over a guidare il gruppo e a dargli quell’esperienza necessaria per affrontare nel miglior modo possibile un campionato di serie D.”

Quali saranno le prime mosse di coach Formato?

“Ho un piano in testa mutuato dalla mia esperienza molto formativa come coach della Campania ’99 che mi ha permesso di partecipare a vari allenamenti di Andrea Capobianco e Alfredo Lamberti e come allenatore e nelle giovanili della Sidigas dove sono cresciuto notevolmente, confrontandomi tutti i giorni con coach esperti quali Gianluca Tucci e Alessandro Marzullo. Al di là delle idee tecniche, il principale obiettivo sarà installare in tutti i ragazzi una mentalità vincente che non riguarda il vincere le partite, come purtroppo spesso avviene in molti settori giovanili, ma nel lottare e sacrificarsi ogni giorno per una costante crescita individuale e di squadra”.
La società le ha affidato la direzione dell’under 13. Che tipo di difficoltà potranno esserci nel passaggio dal minibasket ad un livello superiore?

“Non sarà facile perché si troveranno ad affrontare una maggiore complessità del gioco sia a livello tecnico che tattico (anche se in minor misura)! Il gioco sport della pallacanestro diventerà uno sport, il tempo di allenamento sarà maggiore e verrà richiesto un maggior livello di attenzione per una durata maggiore! L’impatto non sarà piacevole ma so che quando inizieranno a notare i primi miglioramenti le cose verranno da se”.

Oltre a sfornare nuovi talenti, coach Formato troverà il tempo per scendere in campo? L’anno scorso sei stato il top scorer del girone C del campionato di Promozione.

“Al momento non è una mia priorità, negli ultimi due anni a Cesinali ho scoperto il piacere di giocare con amici e miei “allievi” e ci siamo davvero divertiti. L’intenzione c’è e non ti nego che stiamo lavorando per trovare nuovi sponsor necessari per prendere parte al campionato di promozione. Tuttavia è molto prematuro dirlo perché i giochi si faranno a inizio settembre! Sicuramente l’augurio e l’auspicio è di dare continuità a quanto fatto negli ultimi due anni e dare un’ulteriore opportunità di crescita a tutti gli under di Cesinali mentre noi over ci divertiamo giocando al loro fianco”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button