CALCIO A 5SANDRO ABATE AVELLINO

Sandro Abate stop casalingo, Roma fa suo un match infuocato

Il racconto della sfida andata di scena al Pala Del Mauro

Nel match valido per la seconda giornata del massimo campionato italiano di futsal, la Sandro Abate subisce la prima battuta d’arresto della stagione. Al Pala Del Mauro l’Olimpus Roma passa per 2-3. Una partita incandescente che ha visto ben 5 espulsi e tanti ammoniti. I romani però si portano a casa i 3 punti capitalizzando al massimo gli errori gratuiti degli irpini.

Primo Tempo

Dopo neppure venti secondi è Tres che si rende pericoloso con un’iniziativa personale che però viene ben controllata da Parisi. La risposta dei padroni di casa giunge al secondo minuto con Alex che sfiora il palo. Al 3′ la sblocca Marcelinho. In contropiede il numero 19 ospite, da solo davanti al portiere, non sbaglia. La Sandro Abate cerca di impattarla subito con Gui, ma Ducci la salva sulla linea. Roma prova ad imporre i propri ritmi, Avellino chiude bene gli spazi. Ma ciò non piace a mister Basile che chiama time-out per riorganizzare le idee. Al rientro però sono ancora i romani a provaci nuovamente con Marcelinho, Parisi respinge. Fatica la Sandro Abate a creare occasioni, troppe imprecisioni di natura tattica tra i cinque sul parquet. Da uno spunto di Gui, però, nasce il pareggio irpino. Il pivot in maglia numero 9 è bravo con un tunnel ad andare via al diretto avversario, e dopo aver saltato anche Ducci la deposita in fondo al sacco. Prende coraggio la Sandro Abate dopo un avvio complicato va vicino al vantaggio con Nicolodi, il suo mancino passa a pochi centimetri dal palo. L’Olimpus tenta di allungare di nuovo con l’ex Bagatini, il suo tentativo di pallonetto viene smorzato da Parisi. Lo stesso Bagatini ad un minuto dalla chiusura della prima frazione si divora un tap-in semplice graziando di fatto Avellino. A 3 secondi dal termine parapiglia in campo con Bagatini protagonista: l’ex di turno spinge volontariamente Parisi e da lì in poi fioccano i cartellini rossi. Espulsi i due allenatori ed anche Bagatini, Alex e Gui. All’intervallo le squadre ci vanno in situazione di parità.

Secondo Tempo

Alla ripresa delle ostilità, il tecnico in seconda Comella, lancia Berthod che però si presenta nel peggiore dei modi. Ingenuità del portiere che perde palla e regala a Joselito il raddoppio. Gli irpini però cercano di rispondere immediatamente e con Berthod prima e Avellino poi vanno vicinissimi alla nuova parità. Roma triplica al dodicesimo, Cutrupi sfrutta l’uscita in avanti dell’estremo difensore avellinese e da metà campo centra lo specchio della porta. Mister Comella chiama time-out e si gioca la carta portiere di movimento. La Sandro Abate si riversa in avanti, ma prima la traversa e poi il palo fermano Spellanzon. La pausa viene chiamata anche dalla compagine laziale che sta giocando in difesa. A sei dall’epilogo Ugherani la riapre, ma non basta. Roma sbanca Avellino.

Sandro Abate – Olimpus Roma 2-3 (1-1 p-t.)

Sandro Abate: Parisi, Abate, Avellino, Nicolodi, Alex, Berthod, Spellanzon, Creaco, Ugherani, Gui, Iandolo, Rizzo. All. Piero Basile

Olimpus Roma: Ducci, Schininà, Tres, Marcelinho, Joselito, Cerulli, Cutrignelli, Batella, Cutrupi, Bagatini, Di Eugenio, Dimas. All. Daniele D’Orto

Marcatori: 03:10′ p.t. Marcelinho (OR), 12:50′ p.t. Gui (SA), 01:20′ s.t. Joselito (OR), 10:42′ s.t. Cutrupi (OR), 19:54′ s.t. Ugherani (SA)

Ammoniti: Dimas (OR), D’Orto (OR), Basile (SA), Avellino (SA), Ugherani (SA), Cutrignelli (OR)

Espulsi: Bagatini (OR), D’Orto (OR), Basile (SA), Gui (SA), Alex (SA)

Arbitri: Paolo De Lorenzo (Brindisi), Luca Serfilippi (Pesaro) Crono: Emilio Romano (Nola)

Articoli correlati

Back to top button