CALCIO A 5SANDRO ABATE AVELLINO

Sandro Abate: vincere contro Aniene per sperare nel quarto posto

La compagine verdeblù sarà impegnata contro Aniene, la lotta al quarto posto è ancora aperta

Le strade della Sandro Abate Avellino e della Cybertel Aniene si incroceranno per la terza volta in stagione. Nei due precedenti gli irpini ne sono usciti sempre vittoriosi. 1-5 all’andata, al Pala To Live, e 4-1 nel preliminare valido per l’accesso alla fase finale della Final Eight. Quello di domani sarà l’ultimo atto della regular season. Per capitan Abate e compagni la posta in gioco è alta e l’imperativo è soltanto uno, vincere. I tre punti, tuttavia, potrebbero non bastare per agguantare l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, il quarto posto. Molto, e quasi tutto, dipenderà da ciò che succederà sugli altri campi. In particolar modo, agli avellinesi, interesserà il punteggio finale degli incontri di Syn-Bios Petrarca – Saviatesta Mantova e di Colormax Pescara – Feldi Eboli.

La compagine salernitana trionfando nel recupero contro Genova si è portata al quinto posto a pari punti con il quintetto veneto, 39, e scavalcando proprio la Sandro Abate. Avellino, sesto in classifica, è fermo a 38 punti, ad una sola lunghezza di distanza dalla quarta posizione. Mister Marcelo Batista, per la sfida all’Aniene, dovrà fare a meno di due pedine fondamentali all’interno del proprio scacchiere tattico. Fermati dal giudice sportivo, per somma di ammonizioni, Bagatini e Kakà. In compenso il tecnico carioca riabbraccia Nicolodi, completamente ristabilito dopo le noie muscolari patite, e Fantecele rimasto fuori, causa squalifica, nella gara di Coppa Italia.

Al “Pala Del Mauro” ai appresta a giungere una formazione, quella allenata da mister Mauro Micheli, che è riuscita a scongiurare la retrocessione diretta, ma che dovrà disputare il play-out per la permanenza in massima serie. Assente, a causa dell’espulsione rimediata nella precedente giornata, l’ex di turno Angelo Schininà. Campionato al di sotto delle aspettative per Raubo e soci che sono collocati in terzultima posizione con il quarto peggior reparto difensivo (97 reti incassate) e il quarto peggior comparto offensivo (73 marcature messe a referto). Numeri non confortanti per i laziali, ma che invece consegnano alla Sandro Abate la consapevolezza di poter concludere la stagione regolare con un successo, sperando al contempo in una combinazione di risultati a proprio favore.

Articoli correlati

Back to top button