Adamo entra e spacca la partita: Braglia ha una risorsa in più

L’ex Casertana è stato decisivo con un assist e tante giocate di qualità

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Tra i migliori in campo nel blitz di biancoverde di Foggia, se non il migliore, c’è stato sicuramente Emanuele Adamo. Con il suo ingresso al 25′ del primo tempo, al posto di un Burgio in netta difficoltà su Kalombo, Adamo ha letteralmente cambiato il match, permettendo ai lupi di prendere il largo e spegnendo ogni velleità del Foggia. Il numero 17 dei lupi ha inciso appena entrato in campo, trovando dopo pochi minuti l’assist vincente per il gol di D’Angelo. Una giocata semplice ma intelligente, frutto di una buona capacità decisionale negli ultimi metri di campo.

Oltre all’assist, l’ex Casertana ha trovato numerose altre giocate significative, cambiando passo e andando via in dribbling con grande facilità per tutti i ’90. La sua esplosività ha elevato la pericolosità offensiva dell’undici di Braglia, creando spesso quella superiorità che non si era sempre vista nelle prime partite. Con grinta e abnegazione, Adamo ha svolto al meglio i compiti assegnatigli da Braglia, preparandosi a scalare le gerarchie.

Negli equilibri di squadra gli esterni titolari sono Ciancio e Tito, ma con la sua forza di gamba e la sua propensione al dribbling Adamo può essere una risorsa preziosissima a gara in corso. Le sue caratteristiche e la sua duttilità, può giocare su entrambe le fasce, lo rendono un jolly raro per l’organico biancoverde. Ora Braglia sa di avere una freccia in più nel suo arco: con Adamo l’Avellino può volare sulla fascia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy