Fabbro: “Mi sarebbe piaciuto tornare. Capuano? Un fenomeno”

Così l’ex difensore dei lupi nella diretta Instagram

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

In occasione della diretta Instagram organizzata dalla nostra redazione, l’ex difensore dei lupi Alessandro Fabbro si è lasciato andare a considerazioni di varia natura sulla sua esperienza in biancoverde e ha svelato come nella passata stagione abbia sfiorato il ritorno ad Avellino: “Mi sarebbe piaciuto tornare. L’anno scorso ho fatto chiamare, una cosa che un calciatore non deve fare mai, perché sentivo tante persone che mi associavano all’Avellino. Sarei tornato volentieri, ma mi è stato detto di non rientrare nei loro parametri. Non hanno voluto nemmeno parlare, non è stato un discorso economico. Sono andato alla Pergolettese in D e ho vinto un altro campionato, allo spareggio, nello stesso giorno di Avellino-Lanusei. La prima cosa che mi ha detto un tifoso a Novara è stata: ‘Ha vinto anche l’Avellino’. Bellissimo”. Il difensore friulano ha poi spostato il focus sul presente, facendo i complimenti a Capuano e augurandosi il meglio per il futuro del club biancoverde: “Anche quest’anno avevo parlato con il mister, ma non c’erano le condizioni per poter stipulare i contratti. Non c’è stato modo neanche di parlarne. Sono contento che sia arrivato Capuano, è uno degli allenatori migliori in Serie C. In campo non ho avuto la fortuna di averlo, ma tutti i suoi giocatori – soprattutto i difensori – mi hanno detto che è un fenomeno. In una situazione difficilissima ha sposato la piazza e ha portato l’Avellino in una buona posizione nel campionato più difficile dei tre. L’importante era mantenere la categoria e stabilizzare la questione societaria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy