Facciamo gol al coronavirus. Poi #torneremoatifare

Facciamo gol al coronavirus. Poi #torneremoatifare

Per festeggiare una grande vittoria del nostro amato Avellino

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Oggi pomeriggio sarebbe dovuta andare in scena l’attesa sfida tra Reggina ed Avellino. Un altro esame importante sul cammino biancoverde verso il sogno playoff, con i lupi pronti ad affrontare con gli artigli ben affilati gli uomini dell’ex Toscano. Il pubblico biancoverde era pronto ad accompagnare i propri beniamini, conscio di vedere “schegge impazzite” anche al cospetto della capolista.
Oggi tutto quanto ciò non ci sarà. Il “Granillo”, come tutti gli altri stadi d’Italia, resterà chiuso, desolatamente vuoto. Nessuna partita infiammerà la domenica degli italiani. Una domenica molto diversa da tutte le altre. Un tremendo virus sta mettendo in ginocchio tutto il mondo. Paura e angoscia la fanno da padrone. Tutelare la propria salute e quella di tutti gli altri è la priorità assoluta. Il calcio, lo sport in generale, arretra inevitabilmente e giustamente nelle gerarchie di ognuno di noi. La situazione è molto difficile, la luce in fondo al tunnel lontana da vedersi. Non bisogna però arrendersi, bisogna combattere. Distanti, ma più uniti che mai. Con la giusta pazienza vinceremo anche questa sfida. Tutto ha un principio, tutto ha una fine. Anche il coronavirus sarà sconfitto, però per farlo bisogna rispettare le regole.
Facciamo tutti quanti insieme gol al coronavirus. L’invito è sempre lo stesso: restiamo a casa, evitiamo ogni forma di assembramento, teniamoci a giusta distanza gli uni dagli altri. Rispettiamo le regole. Ci sarà tempo e modo per affollare di nuovo le strade, per tornare ad abbracciarci tutti insieme. Magari lo faremo per festeggiare una grande vittoria del nostro amato Avellino.

Facciamo gol al coronavirus. Poi #torneremoatifare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy