L’ex Zappacosta: “Noi calciatori a casa e voi correte… assurdo!”

di Redazione Sport Avellino

L’ex biancoverde Davide Zappacosta in un’intervista rilasciata al portale alfredopedulla.com ha parlato del momento che sta attraversando il mondo del calcio legato all’emergenza coronavirus: “Sperimento nuove cose in cucina e la sera gioco a Playstation. Vivo così le mie giornate perchè sono lontano dai miei genitori e dalla mia ragazza. Non torno a Sora perchè ci è stato di rimanere dove siamo ed è giusto. La situazione però è grave. Sono uscito per fare la spesa ed ho visto persone che corrono in strada. Noi che siamo calciatori siamo fermi e gli altri in strada a correre. Mi sembra tutto assurdo”.

Poi l’intervista verte su altri argomenti come il difensore più forte di sempre: “Per il ruolo che faccio mi sono piaciuti sempre tantissimo sia Zambrotta che Cafu” e poi sul calciatore più forte con cui ha mai giocato: “Direi Hazard, è quello che mi ha impressionato di più. Contro direi Messi che è stato qualcosa di assurdo. Lo vedevi in mezzo al campo come se stesse giocando al campetto di casa. Lo vedevi camminare e pensavi che magari non avesse voglia e poi ne scartava tre o quattro. È spaziale”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy