INTERVISTE

Padova, Mandorlini: “Non dobbiamo metterla sul piano agonistico, altrimenti perderemo”

Le parole dell'allenatore della compagine veneta in conferenza stampa

In vista della gara di domani tra Padova ed Avellino, l’allenatore della formazione biancorossa Andrea Mandorlini ha introdotto la semifinale d’andata contro la compagine irpina.

Ce la siamo vista brutta, ma adesso stiamo bene. Adesso conta quello che succederà domani e poi mercoledì. Questa partita è ancora più difficile, siamo alle porte della finale, sappiamo che sarà dura. Abbiamo fatto molti errori individuali, il secondo gol loro è stato molto bello, ma negli altri c’è compartecipazione nostra. Dobbiamo far tesoro, certe paure che ti capitano durante le partite non puoi metterle in conto. Nel calcio ogni tanto succedono queste cose. Braglia lo conosco da tempo, avendolo incontrato da avversario anche quando eravamo calciatori, abbiamo anche in comune l’amicizia con Nicolini, mio ex collaboratore. Dal punto di vista caratteriale e agonistico il girone C è superiore, non dobbiamo metterla su questi termini con loro altrimenti perdiamo. Dobbiamo fare bene le cose che conosciamo, mantenendo alta la concentrazione”.

Su i disponibili: “Vediamo se Nicastro recupera, ho ancora un allenamento. Lì davanti a parte Paponi e Biasci non abbiamo altro. Curcio? Si è allenato parzialmente, valutiamo fino alla fine. Gasbarro è fuori, come Cissè. Dini? Gli ho fatto i complimenti davanti ai ragazzi per la grande parata. Errori ne fanno tutti, ma fa testo la parata decisiva“.

Fonte: Padova Sport

Articoli correlati

Back to top button