Avellino Calcio – Marino, Pavarese, Dionisio e due napoletani

Avellino Calcio – Marino, Pavarese, Dionisio e due napoletani

Entro stasera il ruolo del diesse: top secret il nome dei due napoletani

di Redazione Sport Avellino

Si lavora al nuovo Avellino. Mentre appare scontata la scelta interna di affidare a Luigi Carbone, braccio destro e factotum di De Cesare, il ruolo di supervisore generale, il patron della Sidigas deve scegliere il nome del direttore sportivo a cui affidare le strategie di mercato. La voce circolata sui social di affidare anche la guida tecnica ad Alberani è da scartare a priori. Alberani non ha competenze calcistiche e per di più non ha seguito nessun corso a Coverciano e pertanto, sprovvisto di patentino, non potrebbe operare sul mercato. Quindi si sfoglia la margherita. Pierpaolo Marino, Gigi Pavarese e Nicola Dionisio sono gli avellinesi in corsa. Poi c’è Di Somma il cui nome incarico resta tra i papabili. Ma attenzione. De Cesare sta valutando anche due nomi di diesse napoletani, uno a lui molto vicino. I nomi sono top secret e pare che nelle ultime ore abbiano scalato le gerarchie interne nella definitiva scelta che potrebbe arrivare tra stasera e domattina. A loro spetterà poi il compito di individuare l’allenatore è cominciare la campagna acquisti e terminarla a tempi di record. L’ultimo rumors riguarda l’ex stabiese Improta. La cordata, che partecipó alla acquisizione dell’Avellino, avrebbe contattato De Cesare per offrire il proprio contributo economico e supporto logistico. Ancora poche ore e l’Avellino ufficializzerà il proprio quadro tecnico e darà il via alla prossima stagione agonistica. Più D che C. Le ipotesi di ripescaggi clamorosi, purtroppo, si allontanano inesorabilmente. Ultima riflessione su Enzo De Vito. In molti hanno accostato anche il suo nome ad una eventuale ripartenza tecnica. Ma i danni procurati e i silenzi compiacenti durante la gestione Taccone, sembrano bocciare clamorosamente ogni ipotesi. De Cesare, attento osservatore, ha scartato ogni ipotesi legata all’avvocato di Capriglia. Ripartire da lui significherebbe forte segnale di debolezza e trovarsi con una piazza contro già prima di ripartire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy