Avellino, Gianluca Festa: “La cessione può avvenire ma non nell’immediato, fiducioso per il basket”

Avellino, Gianluca Festa: “La cessione può avvenire ma non nell’immediato, fiducioso per il basket”

Il primo cittadino annuncia tempi lunghi per il passaggio di consegne nel calcio, sulla Scandone: “Importante anche il parere del Custode Giudiziario”

di Redazione Sport Avellino

A monitorare la situazione del calcio e basket  c’è sempre in fila Gianluca Festa. Il primo cittadino è tornato a parlare su quanto sta accadendo, dalla possibilità di cedere il club alla grana fideiussione per la squadra di mister Ignoffo che dovrà consentire il tesseramento di quattro calciatori (leggi qui) fino ad arrivare al concitato esito relativa al deposito cauzionale di 40mila euro versato alla Lnp da parte della Sidigas per consentire alla Scandone di poter prendere parte al campionato di serie B della palla a spicchi.

Così stamani si è espresso il primo cittadino agli organi di informazione: ““Ormai è nota questa trattativa che è stata avviata la scorsa settimana, negli uffici della Sidigas. E’ evidente che non si immagina una conclusione a breve, in uno, due giorni. L’acquisizione, anche onerosa di un club, necessita di una trattativa e anche del reperimento di importanti somme, anche per il prosieguo del campionato. Mi auguro che per fine settimana, inizio della prossima, ci possa essere un ulteriore incontro per verificare la fattibilità di questa operazione. C’è stata qualche evoluzione, in presenza di un’offerta reputata congrua, sia da parte di De Cesare, sia da parte del custode giudiziario e dei commissari, credo che questa volta potremmo, eventualmente, assistere alla cessione del club.”

Sul basket, invece, resta ottimista sulla ricezioni di buone notizie dalla Lega: “Al momento credo che la Lega potrà solo prendere atto del pagamento dei 40 mila euro effettuato attraverso anche la volontà del custode giudiziario Baldassare. E questa è una buona notizia per la Lega e il basket irpino. Non c’è stato solo De Cesare o Mauriello, ma anche la volontà da parte di chi, in questo momento, sta governando il processo relativo ai problemi della Sidigas spa di far continuare il campionato alla Scandone e quindi c’è la volontà anche da parte di chi poteva anche dire cediamo il club. Quindi dobbiamo prendere atto di questa evidenza.”

Sidigas, oggi l’udienza definitiva per il sequestro a De Cesare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy