Taccone Walter
Taccone Walter

Avellino, Taccone: “A febbraio novità interessanti sulla società”

Walter Taccone ieri sera è intervenuto telefonicamente alla trasmissione di SportChannel, LVS, che analizza ogni lunedì le vidende dell’Avellino. Il patron dell’Avellino ha parlato in tv a 360 gradi del momento dell’Avellino, delle ultime partite, del mercato e anche di società, affermando novità entro la fine del mese.

Ma ecco le sue parole: “La sconfitta di Foggia mi ha fatto innervosire perchè siamo stati dei polli. Abbiamo fatto degli errori paradossali e delle ingenuità che devono essere evitate. Novellino in allenamento oggi ha provato questi schemi che abbiamo spesso sbagliato e richiamato qualcuno che ancora commetteva le stesse ingenuità. Serve concentrazione e determinazione. Poi a Foggia anche l’arbitro ha dato una mano a loro per rimontare la partita e la frittata è stata fatta”. 

Il patron parla poi di mercato: “Il mercato è incline alla linea societaria. Mister Novellino mi ha chiesto dei rinforzi in determinati ruoli e assieme a De Vito lo abbiamo accontentato. Voleva degli esterni d’attacco e sonoa rrivati Vajushi e Cabezas, in difesa voleva un centrale esperto ed ecco Morero. Poi abbiamo preso dei giovani in prpspettiva e un buon centrocampista come De Risio. Penso sia un mercato molto positivo. In uscita avevo detto che Ardemagni e Bidaoui restavano, anche se avevamo offerte imposrtanti. Rientreranno presto a darci una mano. Moretti? Era in partenza, poi ho parlato con lui e da professionista ci darà una mano fino a giugno, poi vedremo. Okwonkwo? Lo abbiamo mollato perchè sarebbero restati tutti gli attaccanti”.

Infine parole sulla società e un interessante annuncio: “Questa rosa può giocarsela con chiunque, se non commette fesserie e ha cali di concentrazione. Società? “A febbraio potrebbero esserci novità interessanti, ma non posso dire nulla”.

Check Also

Avellino-Cavese, ecco come e dove vedere il match

Questo pomeriggio (ore 17:30) l’Avellino di mister Braglia ospita al Partenio la Cavese dell’ex Campilongo. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.