NEWS

Cirillo carica Ariano: «Serve la giusta reazione, vogliamo la finale»

«A Battipaglia abbiamo dimostrato ancora una volta il nostro valore e meritiamo di giocarci la semifinale playoff». Traspare serenità dalle parole di Mario Cirillo, presidente della formazione ufitana che domenica pomeriggio ha dovuto alzare bandiera bianca contro il Minibasket Battipaglia per 55-49  nel primo episodio delle semifinali playoff del torneo di serie A2. «Abbiamo tenuto testa ad un’ottima avversaria qual è la formazione allenata da Riga, protagonista di un eccellente campionato sin qui disputato. Le mie giocatrici hanno giocato una sfida con tanti alti e bassi nell’arco dei 40’. C’è stata notevole tensione in termini di gioco». Il massimo dirigente arianese non fa mistero nel considerare strategico il parziale di 16-2 maturato nel terzo periodo di gioco: «Battipaglia aveva una marcia in più dal punto di vista fisico e ne abbiamo risentito in termini di intensità e dal punto di vista del ritmo». Ma riconosce lo sforzo delle sue ragazze nel provare a ricucire lo strappo nel quarto periodo: «Peccato non esser riusciti a completare la rimonta. Non siamo stati agevolati dalla decisione arbitrale che ha punito Narviciute col quinto fallo più un tecnico che ha fruttato alle padroni di casa ben quattro tiri liberi più possesso». Le non eccellenti condizioni fisiche e l’assenza di alcuni elementi del roster di Agresti stanno facendo sentire il proprio peso sul cammino della Lpa: «Non poter schierare Aversano, avere una Narviciute non al 100 % della condizione. Lo stesso dicasi per Chesta sono fattori che purtroppo incidono.  Senza dimenticare l’assenza di Micovic. Parliamo di tre-quattro giocatrici fondamentali per poter affrontare partite di un certo livello. Abbiamo cercato di sopperire a queste problematiche con la forza del gruppo. Tanto è vero che ce la siamo giocata con tutti e continueremo a farlo come accaduto fino a questo momento». Mercoledì la serie si sposta sul Tricolle (palla a due ore 19:30 al PalaCardito). Cirillo è fiducioso in un immediato riscatto delle “leonesse”: «Innanzitutto dobbiamo evitare di commettere errori che possano favorire Battipaglia. Le ragazze metteranno in campo la massima concentrazione, la necessaria fisicità e la giusta grinta nel poter allungare la serie a gara 3. Tutto può succedere. Non ci poniamo limiti perché adesso, giunti in semifinale, sarebbe un grave errore mollare. Noi ci crediamo e vogliamo arrivare in finale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button