NEWS

COPPA: Al San Martino riesce l’impresa: 0-0 con l’Ariano

di Pasquale Russo (addetto stampa San Martino)

 

SAN MARTINO-  VIS ARIANO   0-0

SAN MARTINO: Barbarino, Clemente R., Tesauro, Cocozza (4’st Clemente A.),  Curcio, Villanova, Saginario, Dimonti (30’st Fruggiero), Cioffi, Santini, Sicignano (10’st Perone). A disp.: D’Andrea, Franco, Bongiovanni, Caputo. All.: Puzio

VIS ARIANO: D’urso, Borgo, Grasso A., Violante, Grasso M., Guardabascio G., Giordano, Cardinale, Memoli ( 27’st Khadiri), Di Tuccio (29’st Spaccamiglio), Santosuosso (25’st Russolillo). A disp.: Greco, De Padua, Salierno M., Salierno G..  All.: Del Vecchio

ARBITRO: Fantaccione di Caserta
ASSISTENTI: Pellino e Pizzoni di Frattamaggiore.

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Santini e Di Tuccio. Espulso 28’st Guardabascio G. per proteste.

SAN MARTINO VALLE CAUDINA. Ottima prova del San Martino che solo per sfortuna non riesce a superare l’Ariano nella prima giornata di Coppa Italia. La formazione caudina tiene botta al più quotato avversario fresco di ripescaggio in Eccellenza,  sfiora  che si salva grazie alle ottime parate del portiere D’urso. Diverse le occasioni da rete per i bianco rossi  che non riescono a  segnare con Cioffi e Perone e poi  mancano  il gol partita  con Santini che si fa parare un rigore. Comunque un buon test per la squadra di Puzio a sette giorni dall’esordio in campionato, grande applicazione ed una condizione fisica apparsa, nonostante i carichi di lavoro della preparazione, abbastanza buona. Ottima l’impressione destata in attacco  da Angelo Cioffi, figlio d’arte, il papà Renato, prima giocatore ed ora allenatore di valore, ha messo in seria difficoltà la difesa ufitana. Buono anche l’esordio di Tesauro, il giovane under impiegato come esterno basso e di Saginario che ha centrocampo  ha fatto il suo lavoro di quantità. Un pò in ritardo è apparso Sicignano impiegato come esterno alto. Per il resto Puzio si affida  al gruppo dell’anno scorso, con Santini libero di svariare. L’Ariano si presenta senza alcuni elementi titolari, ma sembra destino per la squadra di Del Vecchio che in passato a San Martino non ha avuto mai vita facile. Partono bene gli ospiti che si affidano alla velocità di Giordano che impegna la  difesa con un paio di affondi.  Poi però il San Martino prende campo e all’11’ si fa vedere con Cioffi che al limite nel mezzo della difesa ospite si procura una punizione da posizione invitante.  Alla battuta  lo specialista Santini che manda alto. Il San Martino ci prova ancora , prima con Cioffi fermato  in dubbio fuorigioco da una incerta terna arbitrale, poi  con un colpo di testa di Cozza che finisce lato.  Al 20’ sempre Cioffi lavora un bel pallone e dalla corsia di destra scodella  un pallone invitante in area, dove nessun bianco rosso è pronto a raccogliere. Al 26’ Villanova conclude fuori un bel dialogo tutto di prima della formazione di Puzio.  E l’Ariano? Non pervenuto per la squadra di Del vecchio che soffre il pressing del San Martino. Al 36’ un buona affondo di Tesauro che si fa cinquanta metri palla al piede e vede  la sua conclusione ribattuta dalla difesa.  Ariano più vivace ad inizio ripresa, gran tiro di Santosuosso e traversa piena. Ma il San Martino riprende quota anche per l’ingresso in campo di perone, al 10’ sempre Cioffi si libera bene ma conclude fuori. Poi al  13’ è Santini a chiamare alla parata D’urso con un tiro dal limite. Al 14’ Perone si libera bene in area, tiro parato sul primo palo dal portiere. L’Ariano rompe l’assedio con una punizione di Di Tuccio senza esito. Al 24’ clamorosa occasione per Cioffi solo davanti al portiere conclude addosso all’estremo difensore. Poi al 27’ l’occasionissima per passare, sugli sviluppi di un angolo il mediocre arbitro Fantaccione vede un fallo di mano in area e assegna il rigore ai padroni di casa. Sul dischetto va Santini, conclusione non come al solito e D’urso riesce a deviare sulla sua sinistra.  Il San Martino accusa il colpo, perde lucidità e  solo allo scadere  si rende pericoloso con Perone la cui conclusione in diagonale termina  alta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button