BASKETNEWSSERIE MINORI BASKET

Del Fes affaticata ma corsara a Pozzuoli: arriva la seconda vittoria consecutiva, 67-76

Avellino bissa il successo della prima giornata battendo in trasferta Pozzuoli

In un match sporco e stilisticamente non molto bello da vedere, la IVPC Del Fes Avellino getta il cuore oltre l’ostacolo e si porta a casa la seconda vittoria consecutiva. Lo aveva detto coach Benedetto, non cercando comunque alibi, la squadra è acciaccata e numerosi elementi hanno stretto i denti. Con Carenza presente solo in panchina, i biancoverdi hanno fatto più fatica del solito a rimbalzo, potendo però contare su un Eliantonio in forma strepitosa. Pozzuoli si è dimostrata arcigna ma estremamente imprecisa, costringendo comunque la Del Fes a errori spesso banali ed elementari. I biancoverdi si preparano ora ad affrontare Cassino, ugualmente a punteggio pieno dopo le vittorie contro Monopoli e Salerno. Si tratterà di un banco di prova importante e Benedetto spera di poter recuperare fisicamente qualcuno dei suoi giocatori (match domenica alle 18 al PalaDelMauro). Di seguito cronaca e tabellino della partita di oggi.

Primo tempo

Lo starting five avellinese è composto da Vitale, Marra, Petrucci, Eliantonio e la novità Venga. È proprio quest’ultimo a trovare i primi punte della partita con due appoggi sotto canestro. Nelle file dei puteolani i primi canestri arrivano dalle mani di Simonetti e Thiam, ma nei primi cinque minuti nessuna delle due squadre riesce a trovare ritmo (6-5 al 5′). Sblocca la situazione Eliantonio, con due bei jumper dalla media distanza. Gli irpini faticano però a trovare altre soluzioni e i puteolani rimangono in scia con Sirakov (11-12 al 8′). La Del Fes caccia il coniglio dal cilindro e con due triple di Bianco e Arienti, quest’ultima sulla sirena da 9 metri, si mette a tre possessi di vantaggio al termine del primo quarto (13-20).

Pozzuoli apre il secondo quarto con un 1/3 ai liberi di Francesco Spinelli, nipote del coach Valerio, che si aggiunge ai numerosi errori di squadra (3/9 totale fino a questo momento). Per Avellino sale in cattedra Bianco, con 7 punti personali che portano gli ospiti alla doppia cifra di vantaggio (16-27 al 16′). I puteolani appaiono completamente in confusione, perdendo palloni banali a rimbalzo e non riuscendo a segnare nessun canestro dal campo nei primi 6 minuti della seconda frazione. Ci pensano allora Sirakov e Cucco a trovare due jolly da dietro l’arco, muovendo finalmente il tabellino dei padroni di casa (24-33 al 18′). Pozzuoli continua a commettere errori banali: Sirakov sbaglia un appoggio facile in penetrazione e Spinelli perde incredibilmente palla sulla rimessa, favorendo i canestri di Eliantonio e Marra con i quali si conclude il primo tempo (26-37).

Secondo tempo

Pozzuoli cerca la scossa e Venier ne mette 5 in fila per iniziare il terzo quarto. Per Avellino c’è invece Eliantonio, che fa vedere tutta la dolcezza della sua mano in area e continua nella sua grande serata. Gli irpini perdono però di lucidità e soffrono l’asse Venier-Thiam, che tra triple e appoggi nel pitturato ricuciono lo svantaggio (43-50 al 27′). La partita si sporca e si fa più brutta da vedere: la Virtus fa giocare male la Del Fes che si ritrova a forzare e non trova soluzioni se non in post con Eliantonio. I biancoverdi sono completamente in bambola e sbagliano anche gli appoggi più elementari. Due liberi di Mehmedoviq e tripla di Cagnacci portano a -3 i padroni di casa. Sale il nervosismo, Benedetto riceve un tecnico per proteste e il terzo quarto si conclude con il libero di Cagnacci che fissa il punteggio sul 52-54.

Arienti cerca di dare ossigeno agli ospiti con un canestro in area, al quale però risponde immediatamente Thiam con un 2/2 ai liberi (54-56 al 31′). I ritmi del match rimangono bassi e Avellino si rifugia sempre nelle mani di Eliantonio, che ora buca la retina anche da dietro l’arco. Caridà recupera palla e appoggia in contropiede i primi punti della sua partita, costringendo Pozzuoli al timeout (54-63 al 33′). La guardia biancoverde si mette in proprio e trova poco dopo anche la sua prima tripla e un 2/2 ai liberi che spezza le gambe dei puteolani. Il match è ormai in discesa per gli irpini, che chiudono di fatto le pratiche con una tripla di Vitale. Cucco infila l’ultimo canestro dell partita, che si conclude con il punteggio di 67-76.

Virtus Bava Pozzuoli: Tamani 2, Venier 13, Cucco 7, Mehmedoviq 11, Sirakov 11, Miaffo NE, Greggi 4, Thiam 15, Scotto NE, Spinelli 1, Cagnacci 5, Simonetti 2  allenatore Spinelli

IVPC Del Fes Avellino: Bianco 8, Vitale 6, Caridà 7, Eliantonio 22, Venga 12, Signorino NE, Carenza NE, Arienti 5, Petrucci 2, Marra 6, Valentini 8, Vukobrat NE  allenatore Benedetto

 

Articoli correlati

Back to top button