L’analisi della giornata – Il ruggito del Bari. Catanzaro ok, occasione Juve Stabia

Il punto sulla decima giornata di campionato

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Ternana-Bari, il duello a distanza tra le due fuoriserie del campionato prosegue anche nel turno infrasettimanale. Stavolta a fare la voce grossa è la formazione pugliese che passa di prepotenza sul campo del Potenza e rilancia con forza le sue ambizioni in ottica primo posto, con la possibilità di prendersi il primato virtuale nella supersfida in programma al “San Nicola” domenica prossima. Con Antenucci a riposo per problemi muscolari a fare la differenza per Auteri (out anche lui per la positività al Covid) è Marras, scheggia imprendibile per la difesa di Capuano. Lo scivolone di Foggia è ormai un ricordo lontano, in casa biancorossa si può guardare al futuro con grande fiducia.

Sesta vittoria consecutiva della Ternana. I rossoverdi, meno belli ed intensi rispetto alle ultime uscite, piegano a fatica una Virtus Francavilla tenace e mai doma, brava a sfruttare la superiorità in mezzo al campo per mettere in difficoltà la capolista. Per le Fere decisivi gli ingressi di Partipilo (autore dell’assist decisivo da corner ed elemento ormai imprescindibile per lo scacchiere tattico umbro) e Salzano (tredicesimo marcatore stagionale in casa Ternana). Lucarelli si gode un successo sofferto, molto più pesante di quelli roboanti ottenuti in precedenza. Perché alla fine della fiera sono proprio queste vittorie come queste ad essere cerchiate in rosso nel libro dei ricordi.

Gli umbri restano l’unica squadra imbattuta dell’intera Serie C. Dopo quella dell’Avellino, infatti, il Catanzaro mette fine anche all’imbattibilità stagionale del Teramo. Guidata dall’ottimo Carlini (tuttocampista con il vizio del gol), la squadra di Calabro ha meritato il successo e mostrato ulteriore segnali di crescita in molti dei suoi protagonisti. Gli abruzzesi hanno evidenziato il solito elegante fraseggio ma sono stati poco incisivi a ridosso dell’area di rigore avversaria.

Pareggio in rimonta per l’Avellino di Braglia nel derby sul campo della Paganese. L’ingenua espulsione di Silvestri (da condannare aspramente come fatto per Maniero contro la Turris) poteva stendere un toro, invece i lupi, incerottati e senza tante alternative in panchina, hanno saputo reagire portando a casa un punto importante. Una bella risposta dopo il brutto scivolone maturato nella sfida dello scorso weekend contro il Catanzaro.

Pari spettacolo nella sfida tra Foggia e Turris. I rossoneri confermano l’ottimo momento di forma, i corallini rafforzano la loro ottima posizione in classifica, avvalorando ancor di più le tesi di chi sostiene che si esprimano meglio in trasferta che in casa. Il programma della giornata si chiude oggi con Juve Stabia-Palermo. Gara intrigante. Boscaglia deve fare ancora di necessità virtù, sperando in un’altra prova coraggiosa dei suoi. Padalino ha una grande chance: una vittoria gli consegnerebbe il quarto posto solitario in classifica.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy