Sandro Abate Avellino, al PalaDelMauro arriva la prima vittoria

La Sandro Abate batte Mantova e festeggia il primo successo

di Carmine Tropeano

Ritrova certezze la Sandro Abate che vince la prima gara al debutto al Pala Del Mauro, davanti al proprio pubblico. Partita mai chiusa e giocata a viso aperto da entrambe le formazioni, che però vede la squadra di casa spuntarla grazie ad una buona difesa che ha resistito bene agli attacchi degli ospiti, ed anche grazie ad alcune giocate dei singoli che hanno permesso di siglare le marcature.

Partita subito vivace, con entrambe le squadre che fin dal fischio d’inizio cercano la via del gol.

Il primo squillo, manco a dirlo, dopo 1 minuto è di Danicic. Subito dopo pochi secondi Suton, fa impegnare Perez. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo per gli ospiti, contropiede di Dalcin, che da solo davanti al portiere si fa ipnotizzare dal numero 1 Savolainen. La prima vera palla gol capita sui piedi di Villalva, che al minuto numero 2 colpisce il palo. Spinge la Sandro Abate, che al minuto 4:05 trova il vantaggio. Una conclusione dalla media distanza di Kakà trova una deviazione involontaria da parte del difensore ospite Danicic. Mantova cerca subito di ristabilire la parità, ma Perez si oppone al tiro di Bueno. Il primo ammonito del match è Crema, che impedisce a Micheletto di proseguire l’azione. Lo stesso Micheletto arriva al tiro dopo uno schema su calcio di punizione, solo spavento per la retroguardia avellinese.

Altra occasione per i padroni di casa, con Dalcin che mette in difficoltà la difesa del Mantova. Doppia ghiotta chance per gli ospiti che con Kuraja, a due passi dalla porta, non riesce a segnare il gol del pari. Mantova non molla e trova il pareggio con il solito Danicic con una conclusione di potenza, che non lascia scampo a Perez. Pochi minuti dopo, a 4 dalla fine del primo tempo, Fantecele recupera palla, dribbling secco ai danni del difensore e trova un bel gol con un tiro rasoterra ad incrociare, sul quale il portiere finlandese non può nulla. 2-1 Sandro Abate.

Mantova non si abbatte, ancora Danicic che ci prova sul finire, ancora una volta Perez respinge. Il primo tempo si conclude con la Sandro Abate avanti 2-1.

La seconda frazione di gioco si apre con il Mantova alla ricerca del nuovo pareggio, che non tarda ad arrivare. Dopo 4 minuti, Gazzetti dai sei metri fredda il portiere, 2-2. La Sandro Abate non ci sta e reagisce subito al gol subìto, con un azione splendida di Dalcin, che grazie al triangolo chiuso con Villalva, scavalca Savolainen con un pallonetto delizioso. Petrov a sorpresa pareggia nuovamente con un tiro che trova impreparato il portiere avellinese. Ma è una partita dalle mille emozioni perché neanche il tempo di esultare per gli ospiti, che la Sandro Abate va avanti per la quarta volta con un azione in solitaria di Fantacele che salta due avversari, calcia il pallone, il quale sulla linea della porta viene spinto dentro dal numero 14 Kakà. Partita tutt’altro che chiusa, a 4 minuti dalla fine, Kuraja ritrova il pareggio sfruttando un errore difensivo da parte di Ercolessi e da solo davanti a Perez, deposita la palla in rete. Ma quando manca solo un minuto, si fa perdonare per l’errore commesso in precedenza, Ercolessi, che con un sinistro violento insacca per la quinta volta la rete del Mantova. A pochi secondi dal termine, Dalcin dalla propria metà campo segna il gol che chiude definitivamente la partita.

Con orgoglio e tanta fame la formazione avellinese porta a casa i suoi primi 3 punti di questo campionato, e lo fa nella maniera più bella, nel posto più bello; a casa sua, davanti ai proprio tifosi. Il risultato finale al Pala Del Mauro è Sandro Abate 6-4 Mantova.

SANDRO ABATE AVELLINO-SAVIATESTA MANTOVA 6-4 (2-1 p.t.)
SANDRO ABATE AVELLINO: Perez, Bagatini, Fantecele, Villalva, Dalcin, Ercolessi, Amirante, Santamaria, Crema, Abate, Kakà, Testa, Iandolo, Vitiello. All. Lopez

SAVIATESTA MANTOVA: Savolainen, Danicic, Bueno, Hrkac, Petrov, Carletti, L. Suton, Belloni, Rondelli, Gaspar, Micheletto, Ganzetti, Kuraja, Solosi. All. Despotovic

MARCATORI: 4’05” p.t. Kakà (SA), 13’07” Danicic (M), 15’26” Fantecele (SA), 4’11” s.t. rig. Ganzetti (M), 4’47” Dalcin (SA), 6’09” Petrov (M), 6’22” Kakà (SA), 16’30” Kuraja (M), 19′ Ercolessi (SA), 19’40” Dalcin (SA)

AMMONITI: Abate (SA), Perez (SA), Hrkac (M)

ARBITRI: Dario Pezzuto (Lecce), Pasquale Marcello Falcone (Foggia) CRONO: Nicola Maria Manzione (Salerno)

di Carmine Tropeano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy