Gianpaolo Riccio capitano della Scandone

Spirito da lupi alla prima della Scandone: l’obiettivo ora è la continuità

La Scandone Avellino parte col piede giusto. E diversamente non poteva essere. La penalità che affligge in classifica i biancoverdi è il primo ostacolo da superare. La vittoria ottenuta contro una Formia tenuta a galla da un solido Tamburrini crea qualche grattacapo agli irpini nel quarto periodo dopo averlo fatto nei primissimi minuti dell’incontro. Lo spirito da lupi, come evidenziato da coach De Gennaro a fine partita, e la freddezza dei suoi elementi di maggiore esperienza – Riccio e Marzaioli su tutti – ha consentito di portare a casa il primo successo stagionale. La strada è ancora lunga e tortuosa col calendario che riserverà sabato pomeriggio la difficilissima trasferta sul campo della Luiss Roma che ha espugnato il parquet della corazzata Virtus Arechi Salerno. E’ evidente che a questo gruppo – che spera di recuperare Alessandro Marra oggi assente per i postumi di un infortunio alla caviglia – manchi un elemento di esperienza sotto le plance con Monina e sopratutto Ani (13 punti e 15 rimbalzi) che hanno svolto al meglio il loro compito. Guai a calare la guardia per un roster giovane ma che ha mostrato la giusta personalità scegliendo i giusti interpreti a cui affidarsi nelle varie fasi del match.

La Scandone vince e convince, Formia è battuta 66-60

 

Leggi anche

La Scandone non scenderà in campo contro la Luiss Roma

La Scandone Avellino non giocherà la prevista partita in casa contro la Luiss Roma, questa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.