La Scandone vince e convince, Formia è battuta 66-60

La Scandone vince e convince: dopo un’intera partita in vantaggio, resiste ai tentativi di rimonta dei laziali e porta a casa una prima fondamentale vittoria. Avellino continua a steccare dalla lunga distanza (4/19), ma trova in Uchenna Ani una solida risposta al problema. Per il giocatore sono 13 punti e 15 rimbalzi, per un totale di 25 di valutazione. Tra le file degli ospiti delude Longobardi, che non è riuscito a trascinare i suoi per via anche dell’efficace difesa irpina. Prossimo appuntamento il 5 dicembre alle 18:00, dove i lupi giocheranno sul campo della Luiss Roma.

Primo tempo

La palla a due è  vinta da Formia, che va subito a segno con Laguzzi. Costa e Riccio trovano i primi punti biancoverdi della stagione, mentre Formia trova il canestro dalla lunga con Longobardi (4-6 dopo due minuti). Dopo un grande assist di Costa per Monina, i lupi impattano con Ani sul 10 pari. Formia perde due palle grazie ad uno sfondamento subito da Riccio e ad una grande difesa collettiva dei padroni di casa, in vantaggio 14-13 all’ottavo minuto. Longobardi si conferma l’uomo più pericoloso dei laziali, firmando il controsorpasso con due iniziative personali. Un primo quarto combattuto si conclude però con il vantaggio della Scandone per 21-18.

Marzaioli e Sousa aprono il secondo quarto con una tripla e un terzo tempo in contropiede. Cimminella risponde accorciando a 5 punti lo svantaggio degli ospiti, su cui gravano già 3 falli dopo due minuti dall’inizio. Avellino continua però a difendere da squadra, allungando sul +9 al 14′  con ancora un canestro di Marzaioli. Formia sale però di livello in ambo i lati del campo, trovando il – 5 al 16′, complici un paio di palle perse dei padroni di casa. La Scandone fa affidamento a Riccio, che con un paio di canestri mantiene a debita distanza la Meta. Il primo tempo di conclude 39-33 per i lupi.

Secondo tempo

Dopo ben 4 minuti di stallo, Marzaioli arriva in doppia cifra con la tripla del 42-33. Il suo canestro rimane però l’unico fino al libero di Costa al 17′, con Formia pericolosamente vicina all’Avellino(43-39). Due canestri di Ani e uno di Riccio terminano un confuso terzo quarto, in cui le due formazioni hanno combinato per un parziale di 10-7 in favore dei lupi.

L’ultima frazione di gioco continua con i problemi offensivi della Scandone mentre Formia è invece on fire da tre, ricucendo a 4 punti lo svantaggio (53-49 al 35′).  Tamburrini e Cimminella portano gli ospiti sul -2 a due minuti dalla fine. Ani è però oggi infermabile: stoppata, assist e canestro in 1 minuto per l’allungo decisivo dei padroni di casa. I due punti finali di Marzaioli mettono il punto esclamativo sulla vittoria per 66-60 della Scandone.

Scandone Avellino: Ani 13, Mazzarese 2, Riccio 11, Costa 5, Marzaioli 18, Ianuale, Sousa 7, Mraovic 2, Scianguetta NE, Monina 4, Genovese NE, Galipò 4  all. De Gennaro

Meta Formia: Jovovic 2, Di 4, Cimminella 12, Tamburrini 16, Longobardi 12, Grgurovic, Scampone 2, Polidori NE, Laguzzi 4, Digno, Verrazzo 8, Ianuale  all. Di Rocco

Leggi anche

Scandone, al via l’ottava giornata: riflettori puntati sulle sfide di Pozzuoli e Sant’Antimo

LE GARE DELLA OTTAVA GIORNATA: Bcp Virtus Cassino – Geko Psa Sant’Antimo ; Luiss Roma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.