RUBRICHE

Focus Campobasso – Meglio fuori che in casa. A Potenza tre punti dopo due mesi di attesa

La formazione molisana ai raggi X

Ancora amareggiato per la vittoria sfumata in extremis con il Foggia, l’Avellino si tuffa con decisione sull’ultimo impegno agonistico del 2021. Sulla strada di D’Angelo e compagni la trasferta sul campo del Campobasso, squadra che ha ritrovato il sorriso con il blitz di Potenza nell’ultimo turno del girone d’andata.

Vediamo insieme numeri e curiosità sulla formazione molisana guidata in panchina dall’ex difensore biancoverde Mirko Cudini.

La classifica

Il Campobasso occupa attualmente la quattordicesima posizione in classifica con 21 punti all’attivo, frutto di 5 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte. Se il campionato finisse oggi i molisani festeggerebbero la salvezza (obiettivo stagionale) con un vantaggio di 1 punto sulla zona playout e un distacco di 5 punti dalla zona playoff.

Il percorso casalingo

Tra le mura amiche del Nuovo Romagnoli i rossoblù hanno conquistato soltanto 7 punti (il 33% del totale) in 9 gare, con uno score di 1 vittoria, 4 pareggi e 4 sconfitte. 13 i gol realizzati, 17 quelli subiti. L’unico successo è stato ottenuto contro la Paganese (2-0 il punteggio finale con le reti siglate da Di Francesco e Rossetti) lo scorso 3 ottobre. Nell’ultima uscita casalinga (sabato 11 dicembre) i molisani sono stati sconfitti dal Catanzaro per 2-1, accorciando le distanze soltanto nei minuti finali con Emmausso dopo le reti calabresi firmate da Bombagi e Vandeputte.

Il momento dei rossoblù

Nelle ultime cinque gare disputate Bontà e compagni hanno collezionato 5 punti, frutto di 1 vittoria, 2 pareggi e 2 sconfitte. 5 i gol realizzati, 7 quelli subiti. Il blitz firmato a Potenza (rete di Candellori) ha restituito quella vittoria che mancava da due mesi (3-2 a Torre del Greco lo scorso 20 ottobre). Dopo aver raccolto 14 punti nelle prime 10 gare, con i blitz di Monopoli e Torre del Greco ad illuminare il percorso, gli uomini di Cudini hanno frenato bruscamente (7 punti nelle successive 9) scivolando nelle zone più a rischio della classifica e non riuscendo più a trovare quella continuità di risultati che aveva caratterizzato il sorprendente avvio di stagione.

La gara d’andata

Lo scorso 28 agosto al Partenio-Lombardi la matricola molisana festeggiò il ritorno nel calcio professionistico imponendo il pareggio (1-1) al ben più quotato Avellino. Dopo lo 0-0 della prima frazione di gara, i giochi furono aperti proprio dai rossoblù al 24’ della ripresa con Di Francesco che freddò Forte con una conclusione dal limite. I lupi, frenati da sfortuna (tre legni) e poca cattiveria sottoporta riuscirono a riportare il risultato in parità soltanto su calcio di rigore, con D’Angelo che superò Raccichini al 34’.

 

Articoli correlati

Back to top button