RUBRICHE

Focus Juve Stabia – Alla scoperta della squadra di Novellino

Numeri, uomini e tattica delle Vespe

Dopo il pareggio casalingo con il Campobasso, prima trasferta stagionale per l’Avellino di Piero Braglia. Ad attendere i lupi il primo derby della stagione sul campo della Juve Stabia. Vespe rinnovate rispetto alla scorsa stagione ma ugualmente determinate, con il giusto mix tra esperienza e gioventù, a giocarsi le proprie carte in chiave playoff.

La guida tecnica

Sulla panchina delle Vespe siede Walter Alfredo Novellino. L’ex allenatore biancoverde ha accolto con grande entusiasmo la proposta arrivata dalla società stabiese, voglioso di rimettersi in gioco anche per cancellare le ultime deludenti esperienze maturate alla guida di Avellino e Catania. Il profilo ed il curriculum del tecnico sono di primissimo livello, la grinta è sempre quella dei bei tempi. Dalle parti di Castellammare ci sono gli ingredienti giusti per potersi togliere nuove soddisfazioni.

Il bomber

La ciliegina sulla torta di un buon mercato è arrivata nell’ultimo giorno della sessione estiva. Dopo aver contribuito con le sue reti alla promozione dell’Alessandria in Serie B, Umberto Eusepi ha deciso di accettare una nuova sfida con la maglia gialloblù addosso. L’attaccante romano è apparso subito determinato, desideroso di lasciare un segno importante anche nella sua nuova avventura. Ritrovando anche quel Novellino con il quale aveva condiviso, con i colori dell’Avellino, la seconda parte della stagione 2016-2017.

Le prime uscite

La Juve Stabia ha disputato fin qui due gare ufficiali, una in Coppa Italia di C ed una in campionato. Dopo l’eliminazione patita nella competizione tricolore per mano del Messina (siciliani vittoriosi al “Menti” per 3-2 lo scorso 21 agosto) domenica scorsa è arrivato il pareggio esterno sul terreno di gioco della Fidelis Andria nella prima giornata di campionato. Dopo l’iniziale svantaggio (rete pugliese di Casoli dopo nemmeno due minuti di gioco), le Vespe hanno rimesso in piedi l’incontro grazie ad una zampata di Bentivegna al 28’.

La tattica

Il modulo tattico della formazione stabiese è il 4-2-3-1. Difesa affidata all’esperienza di Tonucci e Troest (assente nella prima giornata ma sulla via del recupero). Vecchi volti in mediana con i ritorni di Schiavi e Davì, supportati dal carisma di Altobelli e dalla freschezza atletica del giovane Squizzato. Grande qualità sulla trequarti. Bentivegna ha iniziato la stagione nel modo migliore, Stoppa si è reso protagonista di un ottimo precampionato. Panico (accostato anche ai lupi durante il mercato), Berardocco e Lipari (campione d’Italia con l’Empoli Primavera) sono prontissimi a dare il loro contributo. In attacco grande attesa per Eusepi, con il giovane Della Pietra pronto a carpirne i segreti e a dimostrare di essere più di una semplice alternativa nel ruolo.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio