RUBRICHE

L’analisi – Avellino, così ci piaci. Catanzaro ok, Foggia e Palermo bloccate

La prima giornata del girone di ritorno regala grandi soddisfazioni all’Avellino. La squadra di Piero Braglia espugna con merito il Liguori di Torre del Greco e rafforza il suo terzo posto in classifica. La gara dei biancoverdi è stata praticamente perfetta. Miceli e compagni hanno messo le cose in chiaro sin dall’avvio della gara, dominando in lungo e largo la contesa con i corallini. Decisa da due uomini, Silvestri e Maniero, che hanno risposto alla grande alle sollecitazioni che il loro allenatore aveva lanciato nei loro confronti nella conferenza stampa pre-gara. I lupi (10 punti raccolti nelle ultime 4 giornate) possono adesso guardare con maggiore fiducia al futuro. Gli infortunati stanno rientrando, il mercato ha regalato pedine preziose. La speranza è di aver chiuso finalmente i conti con la sfortuna per potersi giocare nel modo migliore le proprie carte nella seconda fase della stagione.

In testa alla classifica botta e risposta tra Ternana e Bari, con Lucarelli che mantiene le distanze rispetto ad Auteri. I rossoverdi proseguono nella loro marcia trionfale espugnando il campo di una Viterbese che ha comunque venduto cara la pelle. I pugliesi hanno invece surclassato il Francavilla nel derby pugliese con un Marras incontenibile (cosa ci fa in C uno così?), degna spalla di un Antenucci che di forza si è preso il primato nella classifica dei cannonieri del girone C di Serie C. Il Francavilla cade dopo 8 turni ma si gode l’ennesima prova positiva di Manuele Castorani (classe 1999), arrivato al 5° gol stagionale.

Alle spalle delle big, oltre all’Avellino, vince soltanto il Catanzaro. Gli uomini di Calabro faticano ma hanno la meglio sul Potenza di Capuano all’ultimo respiro. Ai box il Catania (bloccato nuovamente dalla pioggia in quel di Pagani), continuano a frenare invece sia il Foggia che il Palermo. Gli uomini di Marchionni (2 punti nelle ultime 3 gare) vengono bloccati dal Bisceglie di un super Russo (rigore parato a Curcio). I rosanero di Boscaglia rimontano il Teramo ma non vanno oltre il pareggio, accontentandosi di 1 solo punto nelle 2 gare casalinghe (dopo il ko con il Francavilla) che dovevano segnare la svolta.

Nel resto della giornata da segnalare il primo punto di Campilongo sulla panchina della Cavese, ottenuto sul campo della sua ex Vibonese, e la grande rimonta (da 0-2 a 4-2) del Monopoli sulla Juve Stabia. Il mercato ha cambiato faccia agli uomini di Scienza. Nelle ultime gare i pugliesi stanno rialzando con decisione la china recuperando posizioni in classifica.

Articoli correlati

Back to top button