baraye

Tutto su Baraye: scheda e caratteristiche del nuovo lupo

Joel Baraye è un nuovo calciatore dell’Avellino. L’esterno senegalese ha svolto in mattinata le visite mediche di rito e nel pomeriggio svolgerà il primo allenamento con i nuovi compagni. Dopo la prima parte di stagione in chiaroscuro con la Salernitana, per Baraye arriva l’occasione del riscatto: l’Avellino punta forte su di lui per il presente e per il futuro.

CARRIERA

Senegalese, classe ’97, Baraye approda in Italia nel 2013 per raggiungere il fratello Yves, attaccante all’epoca in forza al Lumezzane. Dopo i primi passi con una società dilettantistica bresciana, passa nel settore giovanile del Brescia dove rimane per 3 anni. Nel maggio 2014 con la maglia delle Rondinelle arriva anche l’esordio in B, in un match contro il Varese. Un anno più tardi Baraye lascia il Brescia e si trasferisce alla Virtus Entella, con cui completa il percorso nelle giovanili prima di entrare in pianta stabile tra i grandi. In Liguria il calciatore trova un discreto spazio, racimolando una ventina di presenze in cadetteria, prima di fare un’esperienza in prestito alla Carrarese nel gennaio 2018. Nell’estate successiva Baraye viene ceduto al Catania. Con la maglia degli etnei disputa una stagione eccellente, giocando 27 partite e mettendosi in mostra come uno dei migliori esterni della categoria. Le sue prestazioni attirano le attenzioni del Padova, che lo acquista in prestito con obbligo di riscatto. Con la maglia dei biancoscudati Baraye conferma le sensazioni della stagione precedente, brillando per freschezza atletica e dinamismo. Proprio le buone cose fatte vedere a Padova gli valgono il ritorno in B, alla Salernitana, che lo prende nell’ultimo giorno di mercato. Nonostante la fiducia della società, però, Castori non lo vede e gli concede pochissimo spazio, appena 2′. Resosi conto di essere fuori dal progetto, l’esterno ha deciso così di ripartire dalla C e dall’Avellino per riprendere quel percorso interrottosi negli ultimi mesi.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Baraye è un calciatore dalla grande forza fisica e dalle eccellenti abilità atletiche. Piede mancino, il nuovo acquisto dei lupi vanta una buona capacità in fase di spinta e al cross. Il giovane senegalese offre il meglio di sé nel ruolo di quinto, dove è sgravato da compiti difensivi, ma sa disimpegnarsi con discreti risultati anche da terzino puro, pur privilegiando la fase offensiva, dove eccelle nell’uno contro uno. Insomma il suo arrivo regala a Braglia la possibilità di variare anche a gara in corso, sfruttando un calciatore dotato di esplosività e qualità.

Check Also

Top 11 diciottesima giornata: D’Angelo ok, Ricci fa volare Capuano

Defendi regala a Lucarelli il titolo di campione d’inverno Diciottesima giornata di campionato nel girone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.