La Sidigas Avellino ci prova ma Milano ritrova il tiro da 3 e vince. Si va alla bella al Forum

La Sidigas Avellino ci prova ma Milano ritrova il tiro da 3 e vince. Si va alla bella al Forum

L’Armani Exchange vince pareggia la serie sul 2-2 trascinata da un grande Nunnally (e dagli arbitri)

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

L’Olimpia Milano non molla e strappa di nuovo il fattore campo alla Sidigas, vincendo al PalaDelMauro 86-80 in gara 4 portando la serie alla “bella” di gara 5 che si giocherà domenica al “Forum”. L’Olimpia ha ritrovato nella gara decisiva le sue armi, l’attacco e il tiro da 3, concludendo con oltre il 50% dal tiro oltre l’arco. La Sidigas c’ha provato, lottando, ma Milano ha subito fatto la voce grossa al PalaDelMauro. Va anche detto, che nella fase cruciale, alcune decisioni arbitrali oscene hanno indirizzato il match.

Novità importanti negli schieramenti. Milano parte ancora senza Mike James, anche se il play americano ha provato ad esserci ed ha raggiunto la squadra in giornata in Irpinia. La Scandone ritrova Matt Costello, assente dal 3 novembre per un grave infortunio alla caviglia e che è tornato solo da pochi giorni ad Avellino. Out ancora Caleb Green, Ndiaye e l’eroico Patric Young di gara 3.

Milano parte con Jerrels in panchina e con Cinciarini dall’inizio. Con il capitano meneghino Micov, Nunnally, Brooks e Tarczewski.

Per la Scandone starting five composto da Sykes, Harper, Silins, Udanoh e Costello che parte dunque subito dall’inizio.

Primi due punti del match segnati da Milano con Micov. Poi Brooks con 4 di fila porta Milano sul 6-0 iniziale. Milano va anche 8-0. Avellino senza punti dopo 3 minuti. Nunnally la punisce per l’11-0 meneghino. Ci pensa Harper a far respirare Avellino con i primi due punti. Ma Milano non sbaglia e va 14-4. Nichols con due triple di fila fa riavvicinare Avellino sul -8. Milano con un break di 5-0 torna anche a +13 sul 23-10. Milano tocca il +14 sul 25-12. Tripla di Harper per il -11 avellinese. Il primo quarto termina 26-15 per Milano con 8 punti di Tarczewski e 6 Nunnally. Avellino con Nichols a 6 e Harper 7. 

Si segna subito tanto da entrambe le parti ad inizio terzo quarto. Avellino resta in scia a Milano per i primi minuti. Milano grazie ad un arbitraggio indegno scappa anche a +17 sul 25-42. Avellino si innervosisce e Milano rischia di ucciderla. Ma la Sidigas è brava a tenere botta e a rimediare i danni e chiudere all’intervallo sotto “solo” di 12 punti. Milano è avanti 43-31. Scarpette rosse con il 50% da 3 con l’ex Nunnally a 12 punti, che per ora, rispetto alle altre gare sta facendo la differenza. 

Si riparte sempre da Nunnally, con 2 triple di fila, Avellino tiene botta con Harper e Sykes. Milano vola a +17 però sul 37-54. Break Sidigas di 4-0 che torna a -13. Due triple di Filloy per il -7 Avellino sul 47-54. Con due liberi Silins riporta la Scandone a -5 sul 49-54. Break aperto di 12-4. Nunnally con 8 punti di fila risponde e riporta Milano a +13 sul 51-64. Tripla di Harper per il -10.  Si arriva all’ultimo quarto con Milano avanti di 9 sul 64-55. Già 28 punti per l’ex Nunnally. 

Il quarto e decisivo periodo vede la Sidigas accorciare a -7 grazie a due liberi di Demonte Harper. Ma due triple di Milano riportano gli ospiti a +13 sul 57-70. Avellino torna a -11 con un gioco da 3 di Nichols a 7′ dalla sirena finale. Mi Jerrels con 4 punti di fila riporta i meneghini a +15 sul 75-60. Avellino tenta una disperata rimonta ma Milano è in serata da 3 con un 53% dal tiro da fuori. Altre decisioni indegne degli arbitri segnano anche il finale.

Finisce dunque 80-86, con Milano trascinata da Nunnally con 28 punti. Per Harper inutili i 29 punti. 

Domenica al Forum alle 20.30 la decisiva gara 5.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy