SERIE B

Aglietti: ad Avellino sarà dura. Dovremo essere pronti alla battaglia

Al termine della consueta seduta d’allenamento pomeridiana, ha parlato il mister del Novara, Alfredo Aglietti. La trasferta di Avellino e l’organico dei piemontesi i temi centrali dell’intervista rilasciata al sito ufficiale.

Alla domanda su che clima si aspetta di trovare al Partenio, Aglietti ha così risposto: “sarà una partita molto difficile, con l’Avellino che torna in B dopo tanti anni. Lì c’è grande entusiasmo specie dopo i due turni di Coppa Italia superati. Ci sarà anche il pubblico delle grandi occasioni. Noi da parte nostra dovremmo essere pronti fisicamente e mentalmente ad una battaglia”.

Ad Aglietti viene poi chiesta una considerazione sulle parole di Mourinho, che sostiene sia difficile giocare subito con le neopromosse: “è vero”. -Ammette Aglietti- “Le squadre che salgono di categoria hanno l’entusiasmo dalla loro e affrontarle all’inizio è sempre più difficile che affrontarle a metà campionato. Ma si può dire anche il contrario, perché potrebbero pagare l’emozione di voler far bene davanti al loro pubblico. Ma le neopromosse vanno affrontate prima o poi, e quindi sta a noi farci trovare pronti”.

Il Novara può contare su una panchina importante quest’anno: “si, abbiamo una panchina più lunga rispetto all’anno scorso. La società ha operato molto bene sul mercato e sono soddisfatto di ciò che ho a disposizione. Ora tocca ai ragazzi farsi scegliere, e a me scegliere bene.”

Con l’acquisto di Josipovic numericamente il Novara è completo, ma qualitativamente? Si aspetta ancora qualcosa dal mercato?: “non possiamo prendere trenta attaccanti, trenta centrocampisti e trenta difensori, perché alla fine ne giocano solo undici. Ma se vogliamo puntare a fare un certo tipo di campionato le riserve devono essere all’altezza dei titolari, se così si possono chiamare gli uni e gli altri. E’ normale che ci vogliono giocatori che non siano da meno in caso di infortuni o appannamenti degli altri. Abbiamo tanti giovani da far crescere, ma se capiterà l’occasione a fine mercato la valuteremo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button