SERIE B

Carannante: “Bari-Avellino? Partita dura, che vinca il migliore….i lupi”

Il matrimonio con l’Avellino è durato tre stagioni, contornate dalla storica promozione in B. La maglia biancoverde è diventata quasi una seconda pelle. Stiamo parlando dell’ex capitano dei lupi, Roberto Carannante. Ai suoi piedi è stato affidato il rigore decisivo, nella finalissima play off, contro il Gualdo di Novellino. L’ex lupo è sceso in campo spendendo parole di elogio per l’Avellino squadra e società. Ripercorriamo la sua esperienza calcistica in biancoverde a tu per tu con Carannante.

Quali sono i suoi ricordi che conserva della calda piazza avellinese?

I miei ricordi ad Avellino sono ancora oggi indelebili e forti, esperienza bellissima coronata con il sogno promozione (B). In tre anni sono stato anche il capitano di questa squadra ed ho avuto anche la fortuna di vincere il premio Lupo D’oro. I tifosi sono sempre stati molto importanti in quanto in parecchie partite eravamo trascinati letteralmente dal calore del pubblico”. 

C’è una partita, che le è rimasta particolarmente impressa?

La partita è facile, lo spareggio promozione con il Gualdo di Novellino sul campo neutro di Pescara, con la lotteria dei rigori e mi capitó di tirare proprio l’ultimo rigore”.

Quali sono le sue considerazioni sull’ascesa dell’Avellino, dalla D alla B? 

“L’Avellino sta facendo molto bene, l’anno scorso ci eravamo anche un po’ illusi di fare il salto di categoria, ma obiettivamente possiamo solo dire che anche l’anno scorso è stato fatto un ottimo lavoro da parte degli addetti ai lavori”.

Quali sono le tue impressioni su mister Rastelli?  

Massimo Rastelli è un amico ed un bravo tecnico, che cura molto i particolari e cerca di gestire il gruppo nel migliore dei modi con ottimi risultati”.

 E’ stato fatto anche un buon calciomercato da parte del Direttore Enzo De Vito?

 “Il direttore Enzo De Vito, è un po’ di anni che sta lavorando bene, insieme al mister riesce sempre ad ottenere buoni risultati senza pesare troppo sulle casse della società”.

Dove arriverà l’Avellino quest’anno?

“Spero che anche quest’anno l’Avellino faccia un buon campionato come l’anno scorso, magari con quella ciliegina che è mancata”.

Sabato, in Coppa Italia  c’è il Bari che partita sarà?

Partita molto difficile con il Bari perché rimane sempre una grande piazza con un grande passato, diciamo che si affronteranno due squadre che lotteranno per la promozione. E speriamo che vinca il migliore (L’Avellino)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button