SERIE B

Castaldo è inattaccabile

“Ma Nino non aver paura a sbagliare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia”

Cantava cosi De Gregori in una sua vecchia canzone. Sabato l’Avellino di Castaldo affrontava il Varese. Risultato fermo sull’1-1, il gol del pareggio è arrivato al 18′ minuto della ripresa da Arini che su spizzata di Castaldo sorprende Bressan. Al ’22 minuto Castaldo si guadagna un calcio di rigore concesso per fallo di mano. Sul dischetto si presenta il numero 10 dei lupi, ma sfortunatamente calcia alto. Un rigore che avrebbe potuto regalare la gioia dei 3 punti all’Avellino, ma cosi non è stato. Voci, critiche sul calciatore partenopeo accusandolo, criticandolo. Ma bisogna fare mente locale prima di criticare. Arrivato la scorsa stagione in Irpinia ha subito dimostrato legame a questa maglia. Non è solo un calciatore ma bensì un motivatore, un lottatore è un calciatore che alcune volte si carica sulle sue spalle e lotta a tutto campo. Basti pensare alla scorsa stagione quando i lupi hanno rischiato più volte  di perdere punti preziosi per la promozione in B, lui era sempre li pronto a dare una mano a suon di gol. Nella mente dei tifosi ancora quel gol che ben pochi dimenticheranno quando contro il Gubbio sfoderò una prodezza paragonabile ai migliori top player di calcio, regalando 3 punti importanti ai biancoverdi Il rigore sbagliato di sabato deve essere un monito di lancio per far si che i tifosi stiano vicino ai calciatori nella buona e nella cattiva sorte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button