SERIE B

Castaldo:”A Padova per i tre punti. La piazza di Avellino merita la Serie A”.

Giornata di conferenze in casa Avellino. Domani i biancoverdi affronteranno per l’ultima di campionato il Padova. Dopo aver rotto il silenzio stampa, Rastelli, lascia spazio in conferenza a Gigi Castaldo. L’ex Nocerina è uno dei tanti trascinatori biancoverdi. Ne sono la prova le dieci reti stagionali messe a segno dal numero dieci dell’Avellino. Dopo aver centrato la salvezza, con netto anticipo, gli uomini di Rastelli vogliono centrare un nuovo obiettivo: i play off. Si decide tutto contro i biancoscudati dentro o fuori. “Il miracolo dobbiamo farlo noi tornando da Padova con i tre punti in tasca. Di certo non dipenderà solo da noi, anche da altri risultati”, esordisce cosi il bomber di Giugliano. Non prenderà parte alla trasferta il compagno di reparto, Galabinov, fermo ai box dopo l’infortunio avvenuto in occasione della sfida interna contro la Reggina:”Siamo consapevoli che l’assenza di Andrey si farà sentire. Chi lo sostituirà non farà rimpiangere la sua assenza. Noi dobbiamo conquistare i tre punti, senza aver rimpianti. Sperando che la fortuna sia dalla nostra”. Di certo il campionato dell’Avellino è stato costernato di luce e ombre, sopratutto in chiave torti arbitrali:”Una stagione un po rocambolesca dove è accaduto di tutto. Ci manca qualche punto è vero, sia per demerito nostro che per altro. Spero solo che domani sera possiamo parlare di altro”. Allo Stadio Euganeo tornerà uno dei tanti fischietti, stavolta in veste di quarto uomo, che ha negato la gioia dei tre punti ai biancoverdi. Manganiello di Pinerolo, l’arbitrò che negò un gol ad Angiulli ma sopratutto convalidò il gol ad Ely dopo la carica su Terracciano:”In campo abbiamo subito svariati errori da parte degli arbitri. Purtroppo non è stato un singolo episodio. Voglio pensare che sono solo degli errori e non altro”. Parlando di calcio giocato il pensiero va al record eguagliato dal numero dieci biancoverdi, le dieci reti stagiona, score già agguantato ai tempi della Nocerina:”Ultimi 90’minuti spero di superare il mio record. Anche se per domani l’augurio è quello di fare punti. Qualche rammarico da parte mia c’è. Ho sbagliato qualche gol di troppo, come contro il Latina. Tutto si compensa. Posso dichiarare ampiamente che è la mia miglior stagione in carriera”. Ultimo aspetto preso in considerazione è quello che fa sognare tutta la piazza, la Serie A:”Io da parte mia non so se merito la Serie A. Il pubblico di Avellino si merita un palcoscenico ancora più importante. L’augurio è quello di agguantare la massima serie con tutta la piazza”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button