SERIE B

Il Coni accoglie il ricorso del Novara, si va verso una Serie B di nuovo a 22 squadre

Nel giorno delle’elezione a presidente della Figc di Carlo Tavecchio, la Lega di serie B registra la decisione del Collegio di Garanzia che ha accettato il ricorso del Novara in merito alla riammissione nel torneo cadetto. Il Collegio, si legge nelle motivazioni, “ritenuto che l’intervento della societa’ Juve Stabia e’ irricevibile ed inammissibile, perche’ presentato senza la rituale corresponsione dei diritti e tardivamente rispetto al momento in cui l’interesse a intervenire e’ sorto; ritenuto il non luogo a provvedere sull’istanza di sospensiva, di cui al ricorso iscritto al R.G. n. 25/2014 per l’impugnazione del diniego di ripescaggio, non ritenendo l’Alta Corte che si verta nella materia di ripescaggio, disciplinato dal C.U. n. 171/A del 27 maggio 2014; ritenuto che nella vicenda si debba procedere all’integrazione da 20 a 22 squadre dell’organico del Campionato di Serie B in applicazione dell’art. 49 NOIF, attualmente in vigore; ritenuto, infatti, che le disposizioni statuiscono in materia di ripescaggio a proposito del completamento dell’organico fino a 20 squadre, laddove la presente fattispecie riguarda l’integrazione dell’organico da 20 a 22 squadre; tenuto conto poi che il C.U. n. 170/A rinvia ad un separato provvedimento la determinazione dei criteri e delle modalita’ per l’eventuale integrazione del suddetto organico; ritenuto che il successivo C.U. n. 171/A stabilisce criteri e procedure ai soli fini del procedimento di ripescaggio fino a 20 squadre e non anche oltre detto numero; ritenuto che gli argomenti della ricorrente Novara debbano percio’ essere accolti e che da cio’ derivi l’obbligo di integrazione dell’organico da 20 a 22 squadre, alla stregua dei criteri e principi che la Figc riterra’ di determinare in applicazione del principio che il Collegio ha affermato; ha accolto l’istanza di sospensiva di cui al ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 23/2014, presentato il 28 luglio dal Novara, nei limiti di cui in motivazione e, per l’effetto, ha ordinato alla Figc di pubblicare il nuovo organico a 22 squadre del campionato di Serie B, integrato sulla base dei principi sopra indicati”. Il Collegio ha poi “dichiarato non luogo a procedere nella istanza di sospensione di cui al ricorso n. 25/2014; ha dichiarato inammissibile l’intervento della societa’ Juve Stabia”.
Passa la linea intrapresa dal Novara che nel corso di queste settimane ha lavorato alacremente affinchè potessero essere viste premiate le proprie ragioni in sede di Giustizia Sportiva.
Il Presidente dei piemontesi De Salvo alla vigilia si era detto fiducioso in un esito positivo della sentenza: “Abbiamo un gruppo in grado di giocarsela in Lega Pro e che sarebbe competitivo anche in serie B. In caso di riammissione ci sarebbe comunque la possibilità di intervenire ancora sul mercato. Non saremmo impreparati, ma è presto per parlarne”.
Il primo round va al Novara. Adesso resta da capire come si evolverà questa vicenda e se si assisterà nuovamente ad una serie B a 24 squadre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button