SERIE B

Coser:”L’Avellino? Squadra tosta che in casa si esalta anche grazie al suo pubblico”

Sabato al Partenio arriva il Cesena di mister Bisoli. Un ritorno in Irpinia per la compagine emiliana, visto che per questa stagione il Cesena ha già affrontato l’Avellino nel secondo turno di Coppa Italia. Ad avere la meglio in Coppa Italia furono proprio i biancoverdi di Rastelli, che grazie ad un colpo di testa di Andrey Galabinov si aggiudicarono il passaggio del turno. Per questo motivo forse il Cesena avrà fame di “vendetta”. In vista della gara di Avellino, il tecnico Bisolo avrà a che fare con qualche grattacapo. Nelle sedute di allenamento per preparare la gara contro l’Avellino mancherà Camporese. L’ex viola è impegnato come i “nostri” Izzo e Bittante in terra russa con l’Italia B, tornerà a disposizione solo nella giornata di giovedì probabilmente. Stanno svolgendo ancora i programmi di recupero Campagnolo,Cascione, Nadarevic e Rodriguez. Ancora da valutare le condizioni di Galli, nelle scorse settimane si è sottoposto a degli esami che hanno evidenziato una lesione di primo grado al retto femorale. Piccolo affaticamento muscolare anche per Achille Coser. L’ex portiere del Novara è voluto intervenire per analizzare la buona prestazione offerta contro il Brescia ed analizzare l’impegno contro l’Avellino.

Contro il Brescia hai regalato una prova eccellente, qual’è stato il fattore che ti aiutato?

“ A Brescia siamo stati bravi, soprattutto nella ripresa a chiuderci ed a restare compatti. E’ una grande gioia per me non subire gol, si sa le squadre che subiscono meno gol sono quelle che si impongono di più nei vari campionati. Anche nelle vittorie che sono arrivate siamo stati bravi a chiuderci, ad esempio contro il Bari ed il Trapani.

Sono arrivati svariati complimenti su di te, addirittura da Andrea Campagnolo, cosa ti senti di rispondere a questi complimenti?

“Si sono contento dei vari complimenti che mi sono giunti, vuol dire che mi sono allenato bene anche quando non ricoprivo un ruolo da protagonista. Ma di certo non è stato un campionato costeggiato da rose e fiori ma anche da spine ne è l’esempio nella sfida contro lo Spezia, dove Volta ha toccato la palla di tacco ed è finita in rete, sono errori ingenui che possono capitare a chiunque, però dagli errori dobbiamo imparare”.

Il prossimo avversario del Cesena è l’Avellino che sta facendo bene in questo frangente di stagione, chi temi di più dell’Avellino?

“L’Avellino è una squadra che in casa si esalta. Noi dobbiamo farci trovare al 100% della condizione per affrontarli al meglio. Cosa temo dell’Avellino? Apprentemente nessuno, penso la loro atteggiamento di squadra, sono aggressivi e compatti. Hanno lo spirito di una neopromossa che vuol ben figurare. Un fattore che forse mi spaventa in positivo è la carica che pubblico regala ai biancoverdi in ogni partita infiammandola è un fattore che influisce molto sulla prestazione di tutta la squadra, si potrebbe dire che i tifosi sono il dodicesimo uomo in più in campo per l’Avellino”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button